Democrazia e Giustizia

Cos'è l'interpretazione giuridica: definizione, metodi

I giudici si affidano all'interpretazione giuridica per comprendere il significato della legge. Nei tribunali europei, la sua flessibilità viene utilizzata per ampliare le leggi sui diritti umani in modo da riflettere i costumi e i valori sociali.

by Eleanor Brooks

Le incomprensioni sono frequenti. Supponiamo di chiedere ad un'amica di vederci a cena e che lei proponga "sabato prossimo". Se interpretiamo il suo messaggio alla lettera, pensiamo che si riferisca al primo sabato nel calendario. Ma colloquialmente, "sabato prossimo" si riferisce al sabato della settimana successiva.

Anche se il significato di una frase può sembrarci semplice, il linguaggio è sempre aperto a interpretazioni che possono portare a conclusioni diverse. Allo stesso modo, il modo in cui interpretiamo i testi si evolve nel tempo a causa del cambiamento dei costumi sociali e dell'etica.

Come influiscono queste considerazioni sul diritto scritto?

Affinché le persone lavorino insieme in una comunità, abbiamo bisogno di regole su come comportarci l'uno con l'altro. Quando tutti sono d'accordo, è più facile portare a termine le cose. Ma per essere efficaci, dobbiamo tutti avere una comprensione condivisa di ciò che dice la legge.

Quando le leggi sono scritte dai nostri contemporanei è più facile capirne il significato, ma molte delle leggi ancora in vigore sono state scritte molto tempo fa. Prendiamo ad esempio il diritto costituzionale, che stabilisce i principi fondamentali con cui una nazione è governata. Le costituzioni della maggior parte dei Paesi sono state scritte al momento della formazione dello Stato e risalgono a molti decenni (o secoli) fa. Come possono i testi giuridici scritti in un'epoca irriconoscibile come la nostra rimanere rilevanti nella società moderna?

In questo caso l'interpretazione giuridica gioca un ruolo importante.

Quando i tribunali sono liberi, l'interpretazione giudiziaria amplia i diritti umani. Sosteni il nostro lavoro a tutela dell'indipendenza giudiziaria Donate

Che cos'è l'interpretazione giuridica?

L'interpretazione giuridica è la comprensione del significato della legge da parte del giudice. Quando le due parti presentano il loro caso in tribunale, il giudice si basa sulle loro interpretazioni della legge per decidere quale parte debba vincere.

L'interpretazione giuridica ha svolto un ruolo enorme nell'evoluzione del diritto dei diritti umani. Le norme sui diritti umani, i trattati e le costituzioni sono, per loro stessa natura, poco dettagliati, il che lascia molto spazio all'interpretazione e alla flessibilità. Questo dà ai giudici la possibilità di interpretare la legge per adattarla ai cambiamenti della società e dei costumi sociali. Grazie a questa flessibilità, l'interpretazione giuridica ha svolto un ruolo enorme nell'espansione del diritto dei diritti umani.

In quanto figure imparziali, i giudici non dovrebbero prendere decisioni basate sulle loro convinzioni personali o politiche. Il loro compito è quello di applicare oggettivamente la legge in base al caso che hanno davanti. Per decidere se o come una particolare legge si applica al caso, i giudici si affidano a un metodo di interpretazione giudiziaria.

Il modo in cui un giudice interpreta la legge può avere un profondo impatto sulla società.

Le corti supreme possono annullare precedenti decisioni o leggi prese dal legislatore attraverso una procedura chiamata "judicial review" se la legge è incompatibile con leggi di rango superiore, come la Costituzione o il diritto internazionale.

L'impatto che tali decisioni possono avere sugli individui è diventato molto chiaro negli Stati Uniti quando la Corte Suprema, con una maggioranza di giudici conservatori di nomina repubblicana, ha annullato la storica decisione del caso Roe v. Wade, che ha stabilito per la prima volta il diritto costituzionale all'aborto. Nella sentenza Roe v. Wade, la Corte ha affermato che il "diritto alla privacy" costituzionale dà alle donne il diritto di decidere da sole se abortire, e che non è compito del governo interferire con queste decisioni personali. Ciò implicava che tutte le persone con un utero negli Stati Uniti avessero il diritto di abortire, il che impediva a ogni Stato di emanare leggi che rendessero l'aborto illegale. Tuttavia, una volta che la Corte ha ribaltato la decisione, nulla ha impedito agli Stati di introdurre leggi che limitassero l'aborto. A seguito di questa decisione, 1 donna su 3 negli Stati Uniti ha perso l'accesso a quasi tutti gli aborti elettivi a causa dell'interpretazione della legge da parte della Corte.


L'interpretazione giuridica nei tribunali europei

Passando all'Europa, come viene applicata l'interpretazione giuridica nei tribunali dell'Unione Europea?

I Trattati dell'UE (a differenza della Carta dell'UE) non contengono istruzioni su quale metodo interpretativo debba essere applicato, né in quale ordine. La Corte di giustizia europea (CGUE), libera di scegliere autonomamente, si affida ai metodi classici di interpretazione, riconosciuti anche dai tribunali nazionali: l'interpretazione letterale, l'interpretazione contestualizzata e l'interpretazione teleologica (spiegata più avanti in dettaglio).

Le norme sui diritti umani contenute nei trattati europei sono generalmente poco dettagliate, il che ha permesso alla Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) di agire come forza trainante per lo sviluppo dei diritti umani. Ci sono una serie di sentenze fondamentali emesse dalla Corte europea dei diritti dell'uomo che hanno cambiato il panorama dei diritti umani in Europa per riflettere meglio le realtà e gli atteggiamenti dei cittadini dell'UE.

Esempi di come l'interpretazione giuridica ha ampliato i diritti umani in Europa

Diritti ambientali

Nelle cause Lopez Ostra v. Spagna (1994) e Guerra e altri v. Italia (1998), la Corte europea dei diritti dell'uomo ha esteso l'articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo (diritto al rispetto della vita privata e familiare, del domicilio e della corrispondenza) ai diritti ambientali. Ciò è avvenuto in risposta alla mancanza di protezione nazionale per tutelare i diritti del richiedente e all'aumento dell'attenzione internazionale per la protezione dell'ambiente in seguito al disastro di Chernobyl.

Diritti LGBTQIA+

I giudici della Corte europea dei diritti dell'uomo possono anche tenere conto delle tendenze internazionali nell'interpretazione del diritto europeo, il che ha portato a un'espansione dei diritti per la comunità LGBTQIA+. Durante la fine degli anni Novanta e l'inizio degli anni Duemila, le persone transgender in Europa godevano di pochi diritti e riconoscimenti legali, e il consenso europeo sulla questione era scarso. Nella causa Christine Goodwin v. il Regno Unito (2002), la Corte ha riconosciuto una tendenza internazionale verso una maggiore accettazione sociale delle persone transgender e il riconoscimento legale della loro nuova identità di genere dopo l'intervento chirurgico. La Corte ha stabilito che il Regno Unito non ha rispettato i diritti di cui all'articolo 8 della signora Goodwin, che ha continuato a essere identificata come uomo nei documenti governativi e le sono stati negati i benefici a cui aveva diritto in quanto donna.

Nel 2010, l'articolo 14 della Convenzione, che vieta la discriminazione, è stato esteso nella causa Kozak v. Polonia (2010) per riconoscere che le coppie LGBT+ devono avere pari diritti. Nella sua sentenza, la Corte ha confermato la natura fluida della Convenzione: "La Corte deve anche ricordare che la Convenzione è uno strumento vivo che, come la Commissione ha giustamente sottolineato, deve essere interpretato in base alle condizioni attuali".

Diritto di accesso ai tribunali

La causa Airey v. Irlanda (1979) ha sancito il diritto all'assistenza legale gratuita. Il caso riguardava una donna che non era riuscita a ottenere un ordine di separazione legale dal marito violento perché non aveva i fondi per pagare un avvocato. La Corte europea dei diritti dell'uomo ha ritenuto che, per esercitare effettivamente il diritto di accesso ai tribunali, i cittadini abbiano bisogno di un'assistenza legale gratuita.

Uguaglianza di genere

La sentenza della Corte di giustizia europea nella causa Defrene v. Sabena (1976) ha rappresentato una svolta per l'uguaglianza di genere, in quanto ha stabilito che le donne hanno diritto alla parità di trattamento sul posto di lavoro. Il caso riguardava una donna che lavorava come assistente di volo e che veniva pagata meno del suo collega maschio che svolgeva lo stesso lavoro. Questa sentenza ha esteso l'articolo 119 del Trattato della Comunità Europea (parità di retribuzione a parità di lavoro) rendendolo applicabile anche tra privati, non solo tra individui e governo.

Diritti delle minoranze

L'interpretazione giudiziaria è stata utilizzata anche per ampliare i diritti delle minoranze. A Ostrava (Repubblica Ceca), i bambini rom sono stati inseriti in scuole speciali a maggioranza rom, dove seguivano un curriculum elementare ed erano separati dal resto della comunità. Per rendere più facile dimostrare che i bambini rom sono stati oggetto di discriminazione indiretta, nella causa D.H. e altri v. la Repubblica Ceca, la Corte europea dei diritti dell'uomo ha attenuato le regole in materia di prove. Di conseguenza, la Corte ha stabilito che le scuole speciali violano il diritto all'istruzione dei bambini rom.

La Corte europea dei diritti dell'uomo ha inoltre esteso l'articolo 4 della Convenzione, che vieta il lavoro forzato e la schiavitù, anche alla schiavitù domestica. L'estensione fa seguito al riconoscimento da parte della Corte nella causa Siliadin v. Francia (2005) che i moderni schiavi sono lavoratori domestici migranti, di solito donne, che si recano all'estero per lavorare in case private in Europa.


Metodi di interpretazione giudiziaria: Corte di giustizia europea

1. Testualismo (interpretazione letterale)

Il testualismo, noto anche come interpretazione letterale, ritiene che il significato di un testo sia contenuto nelle sue parole. Se, dopo aver letto una frase, è chiaro ciò che una persona ragionevole capirebbe che le viene trasmesso, dovremmo accettare questo "significato semplice" senza dover ricorrere a metodi di interpretazione più astrusi. Questo metodo enfatizza il ruolo del giudice come esecutore della legge scritta e minimizza il suo ruolo nell'interpretare o creare la legge.

Come già detto, il significato e l'esito di una determinata legge devono essere chiari, altrimenti si crea confusione sulle modalità di attuazione. È questo il significato del principio della certezza del diritto, che si applica al diritto nazionale e internazionale. Il testualismo è subordinato al principio della certezza del diritto; quando interpretiamo la legge in base al suo chiaro significato, ciò aumenta la prevedibilità delle sentenze della Corte di giustizia europea.

Lo svantaggio dell'interpretazione letterale, tuttavia, è che in alcune situazioni può portare a un risultato che non era previsto dalla legge perché ingiustificato o ingiusto.

2. Interpretazione contestuale

L'interpretazione contestuale richiede di guardare oltre le parole del testo e di esaminare il contesto in cui la legge esiste. Questa interpretazione ha due possibili prospettive:

A. Interpretazione sistemica

La CGUE può considerare una determinata disposizione del diritto dell'UE come un ingranaggio di un sistema e chiedersi quale sia l'interpretazione più sensata in base al modo in cui tale legge dovrebbe funzionare come parte di un sistema globale. Questa modalità di interpretazione presuppone che il legislatore sia razionale e pone l'accento sull'effetto che la legge avrà una volta attuata. Questo per rendere il diritto dell'UE più coerente e per evitare interpretazioni in contrasto con il sistema più ampio.

B. Travaux Préparatoires (lavori preparatori)

In alternativa, la CGUE può considerare l'intenzione dei legislatori (Commissione, Parlamento e Consiglio) analizzando ciò che hanno detto durante i negoziati. Ciò è riscontrabile nei documenti preparatori redatti nelle varie fasi del processo legislativo e di bilancio. Va notato che l'interpretazione del diritto dell'UE può basarsi solo su documenti pubblicamente disponibili.

Questo tipo di interpretazione è stato tradizionalmente accolto con sospetto e il suo utilizzo da parte della Corte di giustizia europea è stato storicamente limitato per diverse ragioni, tra cui l'insoddisfazione per il livello di precisione e chiarezza dei documenti stessi e il fatto che non tutti i documenti preparatori fossero disponibili al pubblico. Gradualmente, tuttavia, questa situazione sta iniziando a cambiare. Poiché il pubblico ha accesso a un maggior numero di documenti, si prevede che l'uso dei documenti preparatori diventerà sempre più importante nei prossimi anni.

3. Interpretazione teleologica

L'interpretazione teleologica è stata molto importante per il diritto dell'UE. Essa guarda all’obiettivo della legge, prendendo in considerazione lo scopo, i valori, gli obiettivi sociali ed economici che cerca di raggiungere. È considerato il metodo di interpretazione più utilizzato dalla Corte di giustizia europea, che si è basata su di esso per stabilire che il diritto dell'UE deve essere conforme agli standard dei diritti umani. In quanto tale, qualsiasi legislazione UE incompatibile verrebbe invalidata dalla CGUE. Sebbene non sia più rilevante dopo l'entrata in vigore della Carta dei diritti fondamentali dell'UE, si è trattato di un importante passo avanti per garantire il rispetto dei diritti umani dei cittadini dell'Unione europea.

In genere, i trattati dell'UE (diritto primario) sono redatti utilizzando termini ampi e coprono concetti generali, mentre il diritto secondario dell'UE (regolamenti, direttive, decisioni, raccomandazioni) è molto dettagliato e preciso. La CGUE armonizza la generalità del diritto primario dell'UE con la tecnicità del diritto secondario dell'UE, tenendo conto degli obiettivi dei Trattati dell'UE. A causa dell'attenzione agli effetti e allo scopo della legge, l'interpretazione teleologica e l'interpretazione sistemica sono spesso intrecciate.

Il bello di questo metodo è che permette al giudice di tenere conto dei progressi tecnologici e sociali, in modo che le leggi più vecchie vengano interpretate in base alle mutate norme sociali. Ad esempio, il significato di matrimonio e famiglia può essere esteso per includere le famiglie LGBTQIA +, mentre in origine si riferiva solo all'unione di un uomo e una donna.

Il diritto alla riservatezza della corrispondenza si riferiva originariamente solo alle lettere, ma in linea con i progressi tecnologici ha iniziato a includere il telefono e successivamente la posta elettronica. Allo stesso modo, poiché la maggior parte dei nostri dati personali viene condivisa in formato digitale, il diritto alla privacy è stato esteso a quella che oggi chiamiamo protezione dei dati.

In che modo l'interpretazione giudiziaria influisce sull'applicazione della legge?

In teoria, il sistema giudiziario dovrebbe essere composto da giudici imparziali che si pongono al di sopra delle politiche del governo in carica e mantengono i controlli e gli equilibri tra i diversi rami dello Stato. Ciò garantisce che i governi autocratici non possano abusare del loro potere a proprio vantaggio, ad esempio arricchendo se stessi e i propri amici con il denaro dei contribuenti.

Un giudice non dovrebbe prendere decisioni basate sulle proprie convinzioni politiche e il governo in carica non dovrebbe esercitare un'influenza politica. Un governo corrotto può facilmente usare la legge per immobilizzare i suoi critici, fabbricando false accuse o introducendo una legislazione ostile. La separazione dei poteri tra il potere giudiziario e il governo ha lo scopo di proteggere i cittadini da questo tipo di abusi governativi, fornendo loro una tutela legale in caso di trattamento ingiusto. I tribunali liberi rafforzano la democrazia garantendo che i leader politici agiscano in conformità con la legge e facciano il lavoro per cui sono stati eletti: usare le risorse dello Stato per soddisfare i bisogni del popolo, non per il proprio tornaconto.

Sebbene i giudici debbano essere imparziali quando emettono le sentenze, ciò non significa che l'esito sarà sempre lo stesso. I singoli giudici possono interpretare la legge in modo diverso a seconda del loro metodo di interpretazione o di come interpretano una certa terminologia giuridica.

L'indipendenza giudiziaria come pietra miliare dello Stato di diritto: Ungheria + Polonia

In qualità di organizzazione per i diritti umani, l'erosione dell'indipendenza giudiziaria in Ungheria e Polonia - una pietra miliare dello Stato di diritto - è stata una delle principali preoccupazioni di Liberties. Nel nostro rapporto annuale sullo Stato di diritto, le nostre organizzazioni affiliate, rispettivamente in Ungheria e in Polonia, hanno denunciato una palese influenza politica sul sistema giudiziario.

Queste controverse riforme giudiziarie, come l'aumento dei poteri del presidente dell'Ufficio giudiziario nazionale (una carica nominata dal parlamento), come si è visto in Ungheria, o l'attribuzione al ministro della Giustizia polacco del potere di nominare - e poi revocare - i giudici delle corti superiori, minano la funzione giudiziaria di controllo e bilanciamento.

Pertanto, gli standard internazionali, come quelli promossi dal Consiglio d'Europa, richiedono che i Paesi introducano un metodo di nomina dei giudici che riduca al minimo la partigianeria, ad esempio facendo nominare i giudici da altri piuttosto che da politici o richiedendo un sostegno multipartitico per i giudici.

Tribunali intercettati che utilizzano l'interpretazione giudiziaria: minoranze a rischio

Gli sforzi del PiS (partito polacco di Diritto e Giustizia) o il Fidesz (partito ungherese dell'Alleanza Civile) non sono stati vani: chi è al potere ha capito che esercitare pressioni sul sistema giudiziario gli spianerà la strada per introdurre una legislazione rivolta ai gruppi emarginati che altrimenti sarebbe considerata incostituzionale. I testi giuridici hanno intrinsecamente un certo grado di flessibilità, che consente loro di adattarsi ai mutevoli costumi sociali. Tuttavia, questa flessibilità può essere sfruttata se un tribunale intercettato è felice di sigillare qualsiasi legge introdotta dal governo.

Secondo i commentatori politici, da quando il sistema giudiziario polacco è sotto il controllo del governo, non esiste più la garanzia di un processo equo e libero da influenze politiche. Da quando il governo Orbán è al potere, sono entrate in vigore numerose leggi ostili, come quella che impone pene detentive per chi aiuta i richiedenti asilo, confermata dalla Corte costituzionale ungherese nel 2019. Il governo di Orbán ha anche introdotto una legislazione anti-LGBT e una che criminalizza l'aiuto ai senzatetto.

Secondo un ex giudice ungherese, le riforme giudiziarie non influiranno sulla maggior parte dei casi, ma i casi politicamente sensibili saranno esaminati dalla Corte Suprema da un "fedele gruppo di giudici che prenderà decisioni a favore del governo". L'ex giudice ha aggiunto che a soffrire di più saranno le minoranze, le ONG e i media.

Per questo motivo Liberties e le organizzazioni che ne fanno parte monitorano il comportamento dei governi nel nostro rapporto annuale sullo Stato di diritto. Per questo motivo abbiamo fatto pressione sull'UE affinché sviluppasse un meccanismo di condizionalità dello stato di diritto, che è stato lanciato contro l'Ungheria in aprile.

Per saperne di più:

14 principi di democrazia

Che cos'è lo Stato di diritto? Definizione, storia, esempi, significato, rapporti

Libertà civili: perché dovremmo valorizzarli


Donate to liberties

Together we’re making the difference

When the many put our resources together, we defeat the few who think they hold all the power. Join us to bring rights to life for all of us.

Be a part of protecting our freedoms

We have

  • Created the largest fund for democracy groups in the EU
  • 
Got new powers to cut off EU funding to autocrats

  • Written new EU rules to protect journalists & campaigners from bogus lawsuits

  • Trained over 400 rights defenders to supercharge the campaigns you care for

More milestones


Together we’re making the difference

When the many put our resources together, we defeat the few who think they hold all the power. Join us to bring rights to life for all of us.

Subscribe to stay in
the loop

Why should I?
  • You will get the latest reports before everyone else!
  • You can follow what we are doing for your right!
  • You will know about our achivements!

Show me a sample!