Democrazia e Giustizia

Anatomia di una causa frivola: contendente, bersaglio, caso e risultato

Le cause per diffamazione sono usate da attori potenti per mettere a tacere i loro critici. Che vincano o meno la causa è secondaria: le enormi spese legali e il trauma psicologico fanno abbastanza danni. Chi usa questa tattica, verso chi e perché?

di Eleanor Brooks

Le cause SLAPP europee hanno alcuni tratti caratteristici. Si basano su uno squilibrio di potere, poiché una persona potente (e di solito più ricca) fa causa a una persona che vuole mettere a tacere. Fingono di avere una base legale e di solito prendono la forma di una causa civile (e in rari casi di una causa penale) con esorbitanti spese legali che l'imputato ha difficoltà a sostenere. Le cause insincere, che non mirano a raggiungere la verità ma a sopprimerla mettendo a tacere le persone che parlano, hanno un effetto agghiacciante e scoraggiano gli imputati e altri a parlare perché temono il rischio di una causa vessatoria e il danno finanziario e psicologico che può causare. A causa del regolamento Bruxelles 1a, un procedimento per diffamazione può essere intentato nell'Unione europea nel paese in cui il danno si presume sia avvenuto o possa avvenire, e non è limitato al paese in cui il convenuto sia domiciliato. Così, i casi europei possono avere effetti transfrontalieri.


Qual è la base legale di una denuncia per diffamazione?

La base legale più comune per una causa infondata, sia civile che penale, è la diffamazione, seguita dalla calunnia o dalla denigrazione. Tuttavia, recentemente c'è stato un numero crescente di cause intentate per violazione delle norme sulla privacy e la protezione dei dati, citando il regolamento generale sulla protezione dei dati dell'UE (GDPR).

Diffamazione

Anche se la legge sulla diffamazione varia da paese a paese, la diffamazione è generalmente definita come l'espressione orale o scritta di una falsa accusa su un'altra persona che danneggia ingiustamente o colpisce la reputazione di quella persona.

La legge sulla diffamazione civile si concentra sul querelante, cioè la persona che fa la dichiarazione diffamatoria, e l'onere della prova è di solito sul convenuto, cioè la persona che ha fatto la dichiarazione, per dimostrare la sua accuratezza. Inoltre, ci sono numerose tecniche procedurali a disposizione del querelante per trascinare il procedimento, causando al convenuto spese legali esorbitanti e aumentando il suo stress. Questa base legale crea il quadro perfetto perché i casi di diffamazione civile possano essere abusati da attori potenti per sopprimere rapporti critici o abusi di potere. La cosa fondamentale di un'azione di diffamazione vessatoria è che il processo legale danneggia il bersaglio più del risultato del caso, che è il motivo per cui si è dimostrato così efficace per quelli disposti ad abusarne.

Questa strumentalizzazione delle cause per diffamazione minaccia la libertà di espressione nei paesi europei, anche dove ci sono forti democrazie e dove lo stato di diritto è sostenuto. Strumenti come le udienze preliminari o le archiviazioni anticipate delle cause permetterebbero di identificare e filtrare le cause infondate senza giusta causa in una fase iniziale, ma questo manca in tutta Europa.

Nonostante i media forti e liberi, c'è una forte tendenza di cause infondate in Irlanda e nell'ultimo rapporto della Coalizione contro le SLAPP in Europa (CASE), "Shutting Out Criticism: How SLAPPS Threaten European Democracy", l'Irlanda è all'ottavo posto tra i paesi con il più alto numero di cause SLAPP e al quarto posto per numero di cause pro capite. Questo dimostra che un ambiente mediatico forte e uno stato di diritto solido da soli non sono sufficienti a prevenire cause infondate, e che un sistema vulnerabile o scappatoie legali possono essere sfruttati.


Nei paesi in cui lo stato di diritto vacilla, l'abuso della legge sulla diffamazione è ancora più insidioso. In Polonia, il quotidiano indipendente Gazeta Wzborcza (GW) è stato oggetto di 75 cause legali in un periodo di undici anni, la maggior parte delle quali erano cause civili per diffamazione. Gli autori delle cause hanno scelto singoli giornalisti e gli stessi giornali come bersaglio delle loro accuse, sapendo che non potevano difendersi, una comune strategia di intimidazione.

Denigrazione

La denigrazione è simile alla diffamazione ma è applicata alle imprese ed è definita come "una pratica di concorrenza sleale che consiste nel portare un'impresa in discredito presso il pubblico denigrando il suo prodotto o servizio". Le leggi sulla concorrenza dell'UE in materia di denigrazione sono progettate per proteggere le imprese dalla concorrenza sleale che potrebbe derivare da qualcuno che denigra i prodotti dei loro concorrenti al fine di influenzare il comportamento di acquisto dei clienti. La portata della denigrazione è molto più ampia della diffamazione, e le cause possono essere presentate entro cinque anni, che è significativamente più lungo del periodo di tre mesi per le denunce di diffamazione.

Un primo esempio è la multinazionale francese Bolloré Group, nominata vincitore del premio Litigation Addict da CASE in Europa. Tra il 2009 e il 2021, Bolloré ha intentato cause contro giornalisti, organizzazioni della società civile e società di media, la maggior parte delle quali sono state decise a favore dell'imputato. Un esempio è una causa contro France 2 per aver trasmesso un documentario che mostra i lavoratori di una filiale della Bolloré che lavorano in condizioni disumane.

GDPR

Il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) sta avendo conseguenze indesiderate mentre diventa un nuovo campo di battaglia per le cause legali strategiche. Anche se non è ancora il caso, si apre la possibilità per un contendente di aggirare la difesa dell'interesse pubblico, comune alle cause per diffamazione, basando la causa sulla violazione della privacy (piuttosto che una dichiarazione diffamatoria). Per invocare questa difesa, si deve dimostrare che la dichiarazione diffamatoria era di interesse pubblico e che il convenuto ha ragionevolmente creduto che la pubblicazione fosse di interesse pubblico.

Aiutaci a proteggere i giornalisti dalle SLAPP Fai una donazione

In Ungheria, dove il GDPR è stato definito "la nuova arma contro i media indipendenti", la società di bevande energetiche Hell Energy Magyarország Kft. ha citato in giudizio il settimanale liberale ungherese Magyar Narancs per aver pubblicato i nomi dei suoi proprietari in un articolo sulla società, dopo che in precedenza avevano anche citato Forbes per far rimuovere il loro nome dalla lista pubblica dei 100 ungheresi più ricchi.

Come per la legge sulla diffamazione, i media ungheresi concordano sul fatto che il problema non è il regolamento generale sulla protezione dei dati, ma la sua cattiva applicazione, perché c'è troppa attenzione alla protezione dei dati e la libertà di informazione ne risente. Trovare l'equilibrio tra questi interessi contrastanti è una sfida che l'UE deve affrontare prima che le cause frivole basate sul GDPR aumentino ulteriormente.

Cause strategiche: gli accusatori

I querelanti più diligenti e zelanti nelle cause SLAPP sono aziende e uomini d'affari, che rappresentano il 31,9% di tutti i casi. Non molto dietro ci sono i politici o le persone del servizio pubblico con il 23,3% e al terzo posto ci sono le istituzioni governative o lo stato, seguite dalla magistratura. Combinando queste ultime categorie, il governo e gli attori politici sono le parti più frequenti nei processi.

Questi dati suggeriscono che la raccomandazione della Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU), secondo cui i politici dovrebbero essere più aperti alle critiche dei cittadini medi a causa del loro ruolo nella vita pubblica, è caduta nel vuoto.

Questa pratica del governo o della classe politica di sopprimere la libera espressione attraverso cause moleste è comune in tutta Europa. In Croazia, politici di alto livello, funzionari governativi e funzionari pubblici sono stati identificati dall'Associazione croata dei giornalisti come gli autori di alcune delle 924 cause attive contro giornalisti e media in Croazia.Slapp 1

Nel 2021, la casa editrice ungherese Index Promocija d.o.o. è stata oggetto di non meno di 56 cause per diffamazione, nove delle quali direttamente contro i suoi giornalisti. La maggior parte dei querelanti nelle cause erano nel servizio pubblico, tra cui politici, dipendenti pubblici ed ex membri del governo.

Come menzionato sopra, il GW polacco affronta 75 cause, molte delle quali sono state intentate da agenzie governative, funzionari statali o funzionari del PiS (il partito polacco Diritto e Giustizia). Gli sforzi concertati e organizzati del PiS per mettere a tacere i rapporti sgraditi minano la funzione di controllo dei media indipendenti e delle organizzazioni non governative (ONG), e quindi un pilastro fondamentale della democrazia. Anche se i casi vengono di solito archiviati, l'effetto raggelante che creano ha un forte impatto sull'ambiente dei media e ha contribuito al declino della libertà dei media in Polonia dal 2015.

Un altro metodo che ha un effetto deterrente è il grande danno che può essere assegnato in caso di un verdetto di colpevolezza. In Irlanda, dove le giurie emettono sentenze e assegnano i danni nei casi di diffamazione, l'assegnazione di 1,872 milioni di euro di danni (poi ridotti a 1,25 milioni di euro dalla Corte suprema) ha spaventato il settore dei media. Se i commentatori pubblici sono ritenuti colpevoli di discorsi impropri, rischiano la rovina finanziaria. Questo spinge il settore dei media a risolvere i casi di diffamazione in via extragiudiziale - piuttosto che combatterli - per evitare il rischio di pagare una fattura legale sostanziale e i danni.

Cause strategiche: l'obiettivo

Gli obiettivi delle cause strategiche sono di solito individui e organizzazioni che parlano apertamente di questioni di interesse pubblico che i potenti preferirebbero tenere fuori dall'occhio pubblico. Non sorprende che i giornalisti (34,2%) e i media (23%) siano in cima alla lista degli obiettivi SLAPP, ma anche le organizzazioni della società civile, gli attivisti e gli accademici sono ostacolati nel loro lavoro da cause infondate, così come gli informatori e i sindacati. Particolarmente preoccupante è la pericolosa tendenza a prendere di mira gli individui - che ammonta a più della metà dei casi indagati nel rapporto CASE (54,7%) - piuttosto che organizzazioni o istituzioni che sarebbero più in grado di sostenere i costi esorbitanti.

La minaccia di rovina finanziaria personale e di perdita di reputazione professionale, e il pedaggio psicologico che questo comporta, creano un deterrente molto più forte e sottolineano la spietatezza di chi reclama la diffamazione e lo squilibrio di potere tra loro e il bersaglio. CASE ha scoperto che nell'89,5% dei casi, i querelanti avevano più beni o potere dei bersagli. Questo conferma che lo squilibrio di potere è una caratteristica distintiva delle cause frivole. L'uomo d'affari milionario, fondatore di LEAVE.eu e sostenitore della Brexit, Arron Banks, ha deliberatamente scelto di fare causa alla giornalista Carole Cadwallar individualmente, piuttosto che al meglio finanziato Guardian Media Group.

Slapp defendent

Lo scioccante omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia è un tragico esempio di quanto i potenti siano disposti a fare per mettere a tacere i loro critici. Il fatto che quarantasette (e più) cause per diffamazione fossero pendenti contro di lei dimostra che i giornalisti che hanno esposto la corruzione sono orchestrati e perseguiti. La misura in cui le leggi sulla diffamazione sono usate come un'arma è dimostrata dalla causa intentata contro Galizia dall'ex ministro maltese Chris Cardona. L'ha perseguita e ha persino ottenuto il congelamento dei suoi beni, ma le sue affermazioni di essere stato diffamato erano palesemente false, come dimostra la sua mancata presenza alle sue stesse udienze.

Anche i freelance che non sono ufficialmente impiegati da una particolare azienda sono particolarmente vulnerabili. La giornalista freelance italiana Sara Farolfi ha descritto il sentirsi "spaventata" e "sola" quando lei e il collega giornalista cipriota Stelios Orphanides sono stati citati in giudizio per 2 milioni di euro dagli avvocati citati in un articolo di denuncia.

Il problema: questioni comuni che i querelanti cercano di coprire

Una caratteristica di una causa SLAPP è che l'autore sta cercando di mettere a tacere qualcuno che sta riferendo su questioni che sono di interesse pubblico ma che preferirebbe tenere segrete. Le questioni pubbliche più comuni che danno origine a cause di diffamazione frivole sono il governo, la corruzione, gli affari, l'ambiente, la politica e la sicurezza, e i media.

Anche se la presunta dichiarazione in sé non è diffamatoria e il caso è destinato a fallire, sono i costosi procedimenti legali o la minaccia di danni esorbitanti che danno il colpo di grazia agli attori pubblici. Inoltre, quando le cause moleste diventano comuni, la minaccia di una causa crea un clima di paura e può indurre i critici schietti ad autocensurarsi.

In Croazia, Friends of the Earth ha affisso un manifesto per criticare la costruzione di un campo da golf di lusso. Elitech, la società che voleva costruire il campo da golf, ha risposto presentando una causa civile per diffamazione contro FoE e una causa penale per diffamazione contro il presidente e i vicepresidenti di FoE. Questo aveva lo scopo di intimidire i cittadini di Dubrovnik che avevano lanciato una campagna più ampia contro il campo da golf. Questo illustra l'impatto delle cause di diffamazione ingiustificate, che sono ben comprese dagli attori pubblici litigiosi.

L'esito delle cause per diffamazione dubbia

Nella maggior parte delle cause SLAPP nei dieci paesi europei identificati da CASE come quelli con più casi tra il 2010 e il 2021, non c'è un verdetto di colpevolezza. Nella maggior parte dei casi, l'imputato vince la causa, viene raggiunto un accordo o la causa viene ritirata. Tuttavia, questo non diminuisce il suo orrore, poiché permette ancora all'attore di raggiungere il suo obiettivo di esaurire le risorse finanziarie del convenuto e di dargli un colpo psicologico che intimidirebbe anche i più audaci cani da guardia. Questo ha un effetto raggelante che è ampiamente sentito e porta ad una riluttanza a riferire su questioni di interesse pubblico.

Slapps outcome

Il lavoro dei media e delle organizzazioni della società civile è cruciale per una democrazia sana e assicura che i politici, i funzionari pubblici e i potenti uomini d'affari siano ritenuti responsabili quando agiscono al di fuori della legge. L'UE ha pubblicato un gradito progetto di direttiva che mira a combattere le cause SLAPP transfrontalieri in Europa. Gli stati membri dell'UE devono impegnarsi seriamente per concordare un'ambiziosa legge europea anti-SLAPP e fermare le cause frivole una volta per sempre.