Monitoraggio UE

Tutto quello che c'è da sapere sul Certificato verde digitale dell'UE

Una breve panoramica dei retroscena sul tuo gadget estivo più importante.

di Orsolya Reich

Cos'è il Certificato Verde Digitale dell'UE?

Il Certificato Verde Digitale (Digital Green Certificate - DGC) - formalmente conosciuto come il Certificato Digitale COVID-19 dell'UE, o meno formalmente il Pass Verde Digitale - sarà un certificato standardizzato che puoi usare quando attraversi le frontiere interne per dimostrare, se necessario, che sei stato vaccinato, hai fatto recentemente un test per il coronavirus, o che sei guarito da un'infezione da coronavirus.

Perché il Certificato Verde Digitale sarà un bene per te?

Sicuramente renderà la tua vita più facile e senza stress. Non devi preoccuparti che qualcuno alla frontiera trovi il certificato del tuo centro di test locale inaccettabile per qualche motivo. Se sei già completamente vaccinato e hai uno smartphone, il DGC è un modo facile e veloce per dimostrare che sei idoneo a viaggiare - senza doverti preoccupare di perdere il tuo libretto giallo durante il viaggio.

Perché le autorità vogliono il Certificato Verde Digitale?

La falsificazione è un problema reale. Già a febbraio, Europol ha emesso un allarme preventivo sulla vendita illegale di certificati di test COVID-19 falsi negativi. In questi giorni si sente parlare di libretti gialli dell'OMS e di adesivi di vaccinazione disponibili sul mercato nero. Si spera che il DGC sia meno facile da falsificare.

Deve essere usato solo per viaggiare o posso usare il mio DGC UE per entrare nei pub o nei musei?

Rimani aggiornato.

Sembra che sarà possibile usare il DGC per entrare nei pub e nei musei. Alcuni stati membri dell'UE hanno già introdotto o sono in procinto di introdurre certificati nazionali per tali scopi. Potresti essere stato scoraggiato da questo sviluppo e aver pensato che potresti abbandonare i tuoi piani per le vacanze estive. Come diavolo si fa a ottenere il certificato nazionale del paese in cui hai intenzione di trascorrere un paio di settimane di relax? La buona notizia è che non devi più preoccuparti di questo. Gli stati membri dell'UE saranno tenuti ad accettare il tuo DGC UE proprio come accettano i loro certificati nazionali.

Perché le organizzazioni di controllo come Liberties sono interessate al Certificato Verde Digitale?

Valutiamo che il DGC che riceverai nei prossimi mesi sia in linea con i diritti umani e i valori europei, ma senza il nostro lavoro potrebbe non essere andata così. Il piano originale per una DGC presentato dalla Commissione europea a marzo era ben intenzionato, ma non conteneva nulla per fermare la possibile sorveglianza dei titolari di certificati e avrebbe potuto aumentare notevolmente le disuguaglianze esistenti e l'esclusione sociale.

Cosa ha fatto Liberties per il Certificato Verde Digitale?

Liberties ed epicenter.works si sono assicurati che i legislatori europei capissero quali erano i problemi maggiori del piano originale. Liberties ha inviato al Parlamento e alla Commissione due policy brief ((1) e (2)) nelle prime fasi del processo legislativo, concentrandosi principalmente sulla prevenzione di ulteriore sviluppo di divisione sociale in Europa.

Ad aprile, Liberties ed epicenter.works hanno preso la guida di un'iniziativa della comunità dei diritti umani e dei diritti digitali, e hanno inviato una lettera aperta firmata da 28 organizzazioni che esortava i legislatori a tenere conto degli aspetti antidiscriminatori e della privacy nell’introduzione di un sistema europeo di certificati.

In seguito, abbiamo scritto un documento per i cosiddetti negoziati a tre (in cui le diverse istituzioni dell'UE discutono come procedere e si accordano sui passi da compiere), confrontando le diverse idee che le istituzioni europee hanno presentato e spiegando quali dovrebbero essere concordate e perché.

Cosa abbiamo ottenuto?

Il testo che sarà discusso e, con ogni probabilità, adottato dal Parlamento europeo tra qualche giorno, è un miglioramento significativo del piano originale. Per esempio, il regolamento DGC include una chiara clausola di scadenza di 12 mesi - il che significa che è molto improbabile che per il resto della tua vita dovrai portare con te un altro pass ogni volta che vorrai andare avanti nella tua vita quotidiana. Inoltre, epicenter.works afferma che è stato eliminato il pericolo che le autorità di emissione possano raccogliere dati sui tuoi movimenti e usarli in modo improprio per i loro scopi.

Aiutaci a combattere per i tuoi diritti Fai una donazione
Il DGC è molto attento ai tuoi diritti alla privacy, e non condividerà con nessuno più dati su di te di quanto sia strettamente necessario per gli scopi per cui è stato introdotto. Liberties apprezza molto il fatto che il DGC sarà facilmente accessibile alle persone che non possiedono uno smartphone o hanno difficoltà a fare domande alle autorità. Mentre crediamo che per evitare la discriminazione dei non vaccinati, i test facilmente accessibili e gratuiti dovrebbero essere forniti a tutti, apprezziamo che i fondi saranno resi disponibili per garantire almeno test a basso costo.

Precedentemente su Liberties

Il “Pass verde digitale”: è sicuro e inclusivo?

Tre ragioni per cui il passaporto vaccinale non è una buona idea

Tre modi in cui l’UE può prevenire la formazione di divisioni sociali durante la distribuzione del vaccino