Democrazia e Giustizia

Cosa significa "emarginare": definizione, esempi, caratteristiche del fenomeno?

Cosa significa "emarginare" qualcuno e come lo fanno i gruppi dominanti? Sta succedendo in Europa, e ci danneggia tutti.

di Jonathan Day

Quanto è libera e giusta la tua società? La tua risposta a questa domanda dipende certamente dal governo sotto il quale vivi, ma è altrettanto influenzata dalla tua posizione nella società. Se sei bianco e benestante, potresti rispondere rapidamente che la società in cui vivi è molto libera e molto giusta. Ma se chiedi a un membro di una minoranza o anche ai tuoi nonni, la risposta potrebbe essere molto diversa. Questo perché i gruppi al potere in Europa continuano ad escludere le minoranze e altri gruppi. E anche se non sembra, questa è una brutta notizia per tutti.

Cosa significa emarginare qualcuno?

Emarginare qualcuno significa che è più difficile per lui o per lei fare delle cose o accedere ai servizi o alle opportunità di base. Quando parliamo di emarginazione oggi, di solito ci riferiamo a gruppi di persone che sono discriminati ed esclusi - dalla società, dalla politica e dall'economia. L'emarginazione è ovunque, ma ci sono alcuni gruppi che sperimentano un'emarginazione persistente in molte parti d'Europa. I rom e le persone LGBTQI+ sono due di questi gruppi. La loro lotta per gli stessi diritti e opportunità degli altri continua ancora oggi, soprattutto in paesi come l'Ungheria e la Polonia. Ma anche altri gruppi, come gli anziani o le persone con disabilità, sono emarginati da misure statali e politiche pubbliche generali.


Perché e come emarginiamo altre persone: esempi dalla vita quotidiana

Le nostre società emarginano le persone rendendo loro difficile l'accesso a cose come buone scuole o ospedali, ottenere un lavoro ben pagato o anche esercitare il loro diritto di voto. Emarginiamo gruppi costringendoli a vivere in zone senza strade sicure o trasporti pubblici, come nel caso delle comunità rom in molte parti d'Europa, o con la mancanza di infrastrutture per facilitare l'accesso agli edifici pubblici alle persone con disabilità.

Sostieni i nostri sforzi per rendere la nostra società giusta Fai una donazione
Come detto prima, la comunità LGBTQI+ continua a lottare per ottenere gli stessi diritti degli altri. In Polonia, per esempio, sono minacciati con discorsi d'odio e persecuzione dai media filogovernativi e persino capri espiatori dai politici che sperano di migliorare le loro possibilità elettorali.

Le nostre società emarginano anche i gruppi etnici, sia intenzionalmente che attraverso politiche e pratiche obsolete. Le minoranze nere e altre minoranze in Francia e in Belgio sono ancora emarginate a causa della discriminazione istituzionalizzata. I rom vivono in comunità isolate in Bulgaria, Romania e Ungheria e incontrano difficoltà nell'accesso all'istruzione in questi paesi, così come nella Repubblica Ceca e in altri.


Gli anziani sono particolarmente a rischio di essere emarginati. La loro mobilità limitata e l'accresciuto bisogno di cure creano certe esigenze che mettono a dura prova anche alcuni governi ben intenzionati. Spesso vivono anche in comunità segregate che aumentano il loro isolamento e rendono difficile la loro partecipazione alla vita quotidiana o a eventi importanti come le elezioni.

Le nostre società emarginano anche le persone con disabilità, o per indifferenza verso la loro situazione o per ignoranza della portata del problema. Ma anche nei paesi europei più ricchi, è comune che gli edifici siano inaccessibili per loro o che siano emarginati da un supporto inadeguato, per esempio quando si tratta di seguire i dibattiti governativi o i procedimenti giudiziari nonostante una disabilità visiva o uditiva.

In che modo i gruppi dominanti emarginano gli altri?

Vivere in una democrazia significa che le persone possono eleggere i politici a cui danno il potere di attuare le politiche che modellano la nostra società. Ma significa anche che i politici sono in qualche modo rappresentativi di coloro che li hanno eletti. Questo si riflette non solo nell'etnia e nel sesso, ma anche in cose come la religione, l'educazione e il background socio-economico.

Più una persona "non assomiglia" ai suoi leader politici, meno è probabile che la sua voce venga ascoltata. Questo è evidente con i gruppi minoritari. Sono sottorappresentati nel governo e trovano ancora molto più difficile degli altri trovare un lavoro sicuro, accedere a una buona assistenza sanitaria, mandare i loro figli in buone scuole o persino usare i trasporti pubblici.

Ci sono altri esempi di come i gruppi dominanti emarginano altri che possono apparire più passivi o meno intenzionali. La trascuratezza delle infrastrutture pubbliche o delle politiche fiscali e previdenziali, per esempio, può emarginare i disabili o i poveri. Questo è spesso dovuto al fatto che hanno difficoltà a far sentire la loro voce e sono quindi trascurati dai governi.

Un altro esempio sono le donne - per troppo tempo e anche oggi, la cultura politica e sociale è stata dominata dagli uomini. Questo ha emarginato le donne in molti modi, per esempio rendendo loro difficile entrare nella forza lavoro o votare alle elezioni. Fortunatamente, questo sta (lentamente) cambiando e le donne stanno prendendo sempre più posti nei parlamenti e nei consigli di amministrazione.

Perché è così grave? Come fermarlo?

La maggior parte di noi vuole vivere in una società in cui le persone sono trattate allo stesso modo, hanno uguali opportunità di successo e salute, e possono vivere in sicurezza e soddisfazione. Quando emarginiamo persone o gruppi, spostiamo la società nel suo insieme sempre più lontano da questi valori. La rendiamo meno uguale, meno giusta e meno piacevole per tutti. L'emarginazione rallenta anche il progresso e interrompe il libero flusso di idee che potrebbero essere di grande beneficio per tutta la società.

Ci sono diversi modi per fermare l'emarginazione. Ai vertici, i governi devono tenere meglio conto dei bisogni di tutte le persone, non solo dei loro sostenitori. Questo significa non solo politiche eque, ma anche un'equa distribuzione e accessibilità delle risorse. Acqua ed elettricità, strade e trasporti pubblici - c'è bisogno di migliorare le pratiche e le infrastrutture, non solo gli atteggiamenti.

I sistemi elettorali devono anche essere equi. La facilità con cui i gruppi dominanti possono emarginare gli altri dipende anche da quanto facilmente o quanto poco gli emarginati possono partecipare alle elezioni. Questo significa far sentire la loro voce nel dibattito pubblico prima delle elezioni e avere uguale accesso ai seggi elettorali il giorno delle elezioni. E naturalmente, tutto questo è legato a cose come le infrastrutture, la sicurezza economica e altre questioni legate all'emarginazione.

Crediti fotografici:

Jelleke Vanooteghem, Raul Petri, Mohamed Lammah /Unsplash/Fauxels/Pexels