Technologie e Diritti

No alla censura online in Europa – Chiama gli eurodeputati!

Sei pronto a intervenire contro le disposizioni sulla censura contenute nella bozza di legge sul copyright? Puoi chiamare chi ti rappresenta al Parlamento Europeo o inviare la mail che abbiamo preparato. O entrambe le cose.

di LibertiesEU

Il 23-24 aprile 2018 la Commissione Affari Legali (JURI) del Parlamento Europeo dovrà esprimere un voto cruciale sulla bozza di legge sul copyright.

Se la legge sul copyright venisse approvata nella sua versione attuale, avrà effetti molto negativi sulla libertà su internet, soprattutto sulla libertà di parola e sul diritto alla privacy. Il problema principale è che la legge obbligherà le compagnie internet a costruire deiprogrammi di filtraggio dei contenuti e a monitorare quotidianamente l'attività degli utenti.

Questo significa che se vuoi condividere un video su una protesta politica e c'è una musica protetta da copyright in sottofondo, questo contenuto sarà bloccato e non potrà essere caricato. Se vuoi usare una piattaforma open source come Github, questa dovrà installare filtri che selezionano i tuoi contenuti. Se vuoi produrre un meme usando un cartone esistente, non potrai pubblicarlo.

Siamo ancora in tempo!

Siamo ancora in una fase in cui i decisori politici europei possono modificare la legge per proteggere contemporaneamente e in maniera adeguata il diritto d'autore e diritti fondamentali.

Noi di Liberties riteniamo che la voce più potente che un eurodeputato tende ad ascoltare non è la nostra, ma la tua. Quando sentono direttamente i loro elettori, si fermano ad ascoltare quello che viene loro detto.

Insieme a OpenMedia e a EDRi abbiamo creato un nuovo strumento per chiamare i membri del Parlamento Europeo. Se clicchi qui puoi chiamare gratuitamente il tuo rappresentante al Parlamento Europeo e parlargli nella tua lingua madre.

[codebox]

Se non sei dell'umore giusto per chiamare, nessun problema – puoi comunque fare qualcosa. Clicca qui e invia la nostra mail!

Chiama, manda un'email e soprattutto...

#KeepSharing!

Sei nervoso per la chiamata?

Qui puoi trovare alcuni suggerimenti su cosa c'è di sbagliato nella legge sul copyright.

1. Dì il tuo nome, dove vivi e qualcosa di te (per esempio se sei un genitore, studente, artista, pensionato, ecc.)

2. Dì che stai chiamando in merito alla Direttiva sul Copyright e in vista del prossimo voto della commissione del 23-24 aprile.

3. Fai sapere che sei contrario all'Articolo 11 – che prevede tasse sui link con brevi frasi e titoli – e all'Articolo 13, che prevede programmi di filtraggio di contenuti.

4. Fai un esempio dell'impatto negativo del filtraggio dei contenuti. Ad esempio, se vuoi condividere un video su una protesta politica in corso e c'è una musica protetta da copyright in sottofondo, quel contenuto sarà bloccato e non potrà essere caricato. Se vuoi usare piattaforme open source come Github, dovrai installare filtri che esaminano i tuoi contenuti. Se vuoi creare un meme con un cartone esistente, questo verrà bloccato prima che tu prema pubblica.

5. [E/O] Fai un esempio del modo in cui usi link per accedere o condividere news e informazioni e come la tassa sui link avrebbe un impatto negativo. Per esempio, le regole proposte non consentono le licenze Creative Commons per il giornalismo. Questo significa che i motori di ricerca dovranno pagare per condividere link e quindi i siti di news minori probabilmente chiuderanno quando gli utenti non potranno collegarsi a loro.

6. Per questi motivi, chiedi di votare contro gli articoli 11 e 13 all'imminente votazione sulla Direttiva sul Copyright. E' un tema che ti interessa molto e il modo in cui l'eurodeputato che ti rappresenta voterà influenzerà il modo in cui tu voterai alle prossime elezioni.

7. Non dimenticare di ringraziare la persona con cui hai parlato alla fine della chiamata e se stai parlando con un assistente, incoraggialo a riportare il tuo messaggio all'eurodeputato.

Alcuni suggerimenti utili per chiamare il tuo eurodeputato

Per favore aiutaci a diffondere e a condividere su Facebook o Twitter. E non dimenticare di mandare l'email ai tuoi rappresentanti al Parlamento Europeo!

Grazie!