Tribunale tedesco: illegali le impostazioni sulla privacy di Facebook

Le impostazioni sulla privacy predefinite di Facebook e l'uso di dati personali violano la legge tedesca sui consumatori secondo un tribunale regionale di Berlino. Facebook raccoglie e usa dati personali senza fornire agli utenti informazioni sufficienti per consentir loro di esprimere il consenso informato. Il caso è stato sollevato dalla Federazione delle Organizzazioni Tedesche dei Consumatori secondo cui Facebook avrebbe obbligato illegalmente gli utenti a scegliere alcune funzioni. Il tribunale ha individuato 5 impostazioni predefinite e altre 8 clausole dei termini di servizio illegali.