La campagna #FixAdTech nei media

A dicembre sono stati presentati reclami sulla privacy a Google e ad agenzie di pubblicità digitale in sei paesi dell'UE, per il modo in cui vendono gli annunci a potenziali inserzionisti attraverso una procedura di offerta.

Leggi le più importanti notizie dei media sulla nostra ultima campagna:

TechCrunch: Ulteriori reclami a Google e IAB in relazione alla protezione della privacy nel modello RTB - TechCrunch

Business Insider: Google e le agenzie adtech bersagli di nuovi reclami sulla privacy dell'UE

Euronews: Cos'è il "real-time bidding" e come influisce sugli annunci che visualizziamo?

Reuters: Google e le agenzie adtech hanno ricevuto nuovi reclami sulla privacy dell'UE

I nuovi reclami sulla privacy si aggiungono a quelli presentati in altri 15 paesi dell’UE nel corso del 2018 e del 2019, che richiedevano indagini immediate sui sistemi di offerta in tempo reale e l’applicazione delle norme UE sulla protezione dei dati.

I sistemi pubblicitari di offerte in tempo reale implicano la condivisione dei dati sensibili degli utenti senza il loro consenso (tra cui, ad esempio la cronologia di navigazione, le preferenze sessuali o le loro recenti posizioni) con centinaia, se non migliaia, di aziende online. Le aziende fanno poi offerte per quello spazio pubblicitario e il vincitore mostra il suo annuncio all'utente.

La procedura di reclamo è stata coordinata da un consorzio composto da Civil Liberties Union for Europe (Liberties), Open Rights Group (ORG) e Panoptykon Foundation.

»»Vedi l'annuncio della nostra campagna