Technologie e Diritti

Al via in Italia progetto sull'istruzione per la prima infanzia dei rom

Il progetto italiano REYN (Romani Early Years Network – Rete per l'infanzia rom) è stato avviato la scorsa primavera per sostenere i professionisti e gli operatori che lavorano a stretto contatto con la comunità rom per lo sviluppo dell'infanzia.

di Dóra Görgei
Con il sostegno di Open Society Foundations, nel mese di maggio 2016 a Torino è stato presentato ufficialmente il progetto REYN.

Il REYN è un progetto già avviato a livello internazionale volto alla promozione di servizi di qualità per i bambini rom e le loro famiglie, attraverso l'impegno di di professionisti rom e non.

Esistono altre reti che promuovono la stessa iniziativa in Europa, per esempio in Croazia, Ungheria, Kosovo, Slovacchia, Slovenia e Irlanda. La nuova rete nazionale è dedicata a sviluppare ulteriormente la professionalità degli esperti e degli operatori nel campo dei servizi per l'infanzia rivolti ai bambini rom.

Sostegno attivo

L'obiettivo è supportare i partecipanti attraverso una formazione sugli strumenti operativi per ottenere un miglioramento dei servizi per l'infanzia. E' importante condividere le buone prassi e gli approcci all'attività di advocacy.

Per quanto riguarda le politiche all'istruzione, è assolutamente necessaria l'implementazione di un sistema più inclusivo e non discriminatorio, che garantisca il diritto all'istruzione a tutti i bambini.

Spesso, la rete internazionale organizza seminari e visite formative in alcuni paesi per consentire ai membri italiani del REYN con alle spalle diversi tipi di formazione di incontrarsi e imparare da altre realtà e buone prassi.

Attività progettuali

Il progetto è coordinato dall'associazione italiana 21 Luglio. I beneficiari diretti sono i bambini rom da zero a 10 anni. A livello nazionale, le organizzazioni, le istituzioni, le associazioni e i cittadini che lavorano nel settore dell'infanzia e che fanno parte della rete parteciperanno agli incontri e alla formazione pratica.

Gli insegnanti delle scuole primarie riceveranno una formazione sul tema del multilinguismo, mentre le donne rom con figli di età compresa tra zero e 8 anni saranno formate per rafforzare le loro capacità genitoriali. Inoltre, è previsto un gruppo di advocacy che organizzerà una tavola rotonda sul tema dell'infanzia dei rom.

Partecipa!

I professionisti e gli operatori che lavorano nel settore dell'infanzia, a stretto contatto con i bambini rom e le loro famiglie, sono invitati ad entrare a far parte della rete italiana REYN.

Ulteriori informazioni sulla rete internazionale REYN sono disponibili a questo link o sulla pagina Facebook del progetto. Se anche tu lavori in questo settore, o conosci qualcuno che potrebbe essere interessato, puoi iscriverti gratuitamente alla rete inviando una mail a reynitalia@21luglio.org.