Technologie e Diritti

Uomini olandesi protestano contro l'omofobia tenendosi per mano in pubblico

In seguito alla brutale aggressione ai danni di una coppia gay avvenuta lo scorso weekend nella città olandese di Arnhem, i politici hanno iniziato una protesta contro l'omofobia tenendosi per mano mentre camminano per strada in pubblico.

di LibertiesEU
I politici Alexander Pechtold (a sinistra) e Wouter Koolmes (a destra) sono arrivati alla seduta all'Aia tenendosi per mano per esprimere il loro sostegno.

Ad avviare la protesta sono stati per primi due politici olandesi, Alexander Pechtold, leader del partito liberal-democratico D66 e il membro del partito Wouter Koolmees. I due sono arrivati alla seduta del governo all'Aia tenendosi per mano, per esprimere solidarietà alla coppia aggredita.

Jasper Vernes-Sewratan e Ronnie Sewratan-Verne si tenevano per mano domenica mattina quando sono stati assaliti da un gruppo di giovani. In seguito alla protesta dei politici olandesi che si tengono per mano, uomini in tutta l'Olanda stanno caricando foto sui social media per prendere posizione contro l'omofobia con hashtag del tipo #handinhand e #allemannenhandinhand.


La protesta si è diffusa in tutta Europa e personalità pubbliche austriache, danesi e di altri paesi hanno aderito alla causa.

La manifestazione di sostegno è arrivata anche negli Stati Uniti, dove membri della Rappresentanza Permanente del Regno dei Paesi Bassi presso le Nazioni Unite si sono tenuti per mano esprimere la loro solidarietà e il loro sostegno.

Membri della Rappresentanza Permanente del Regno dei Paesi Bassi presso le Nazioni Unite si tengono per mano a New York. (Foto: Lise Gregoire/Twitter)