Democrazia e Giustizia

Le ONG sono essenziali per la democrazia – ecco perché

I governi anti-democratici non amano le ONG per via del servizio fondamentale che svolgono nelle nostre società: garantire che le autorità agiscano nel miglior interesse dei cittadini.

di Israel Butler

Ai governi anti-democratici non piacciono le ONG. Queste ultime aiutano l'opinione pubblica a capire se i politici stanno usando in maniera scorretta denaro pubblico o violando la legge. Aiutano i cittadini ad organizzarsi e far conoscere le loro opinioni ai loro rappresentanti, per esempio attraverso petizioni o proteste pacifiche. E portano i governi in tribunale quando provano a calpestare i nostri diritti o a rubare le nostre tasse.

Siccome le ONG sono così importanti per la democrazia, i governi di tutto il mondo hanno creato delle regole internazionali per proteggerle. I trattati sottoscritti da tutti i governi europei attraverso le Nazioni Unite e il Consiglio d'Europa riconoscono a chiunque il diritto di creare un'organizzazione, protestare pacificamente ed esprimere le proprie opinioni.

Tuttavia di recente alcuni governi UE, per esempio l'Ungheria, la Polonia e la Croazia, hanno iniziato a provare ad estromettere le organizzazioni pro-democrazia, per le libertà civili, contro la corruzione e per l'ambiente dai loro stessi paesi. Ci sono tre tattiche comuni usate dai governi. In primo luogo, provare a distruggere la loro reputazione di fronte all'opinione pubblica accusandole di essere a-patriottiche e non democratiche. In secondo luogo, dirottare altrove i finanziamenti del governo e rendere più difficile ricevere donazioni dall'estero. In terzo luogo, perseguendole attraverso indagini penali o finanziarie sulla base di accuse prefabbricate.

In questo articolo ti forniamo le basi in modo che tu possa capire perché le ONG sono essenziali per la democrazia.

Che cos'è un'ONG?

ONG sta per organizzazione non governativa. Solitamente, il termine ONG si riferisce ad un'organizzazione che è indipendente dal governo e che lavora per promuovere il benessere di tutti all'interno della società. Tipicamente, le ONG lavorano per proteggere l'ambiente, per combattere la corruzione, fermare l'abuso di poteri da parte dei governi nei confronti dei gruppi vulnerabili e proteggere le nostre libertà dall'interferenza dei governi.

Talvolta vengono usati altri termini per riferirsi alle ONG, come organizzazioni “no profit” o della “società civile”.

Perché le ONG sono così importanti?

Le ONG aiutano la democrazia ad operare in maniera corretta. Lo fanno agevolando la possibilità delle persone di ottenere informazioni su come il loro paese funziona, aiutando i cittadini a comunicare con i politici e garantendo che i governi non abusino dei loro poteri.

Primo, le ONG aiutano a far sapere all'opinione pubblica cosa i governi stanno facendo e come li possono influenzare. Informando il pubblico su come i politici e le aziende stanno usando i loro poteri e influenze, le ONG aiutano le persone a formarsi delle opinioni e a prendere delle decisioni sulla base di tutte le informazioni rilevanti.

In secondo luogo, le ONG aiutano i cittadini a parlare con i governi. I cittadini possono soltanto scegliere i loro rappresentanti una volta ogni tot anni. Una volta al potere, i politici prendono centinaia di decisioni su leggi, tasse e politiche. Le ONG danno alle persone un'opportunità di dire ai loro rappresentanti politici cosa pensano delle loro scelte. Anche se ogni individuo può scrivere al suo rappresentante politico, esprimere le opinioni attraverso un'ONG può essere più efficace, perché quando molte persone parlano con una sola voce, è più facile che vengano ascoltate.

Le ONG spiegano ai governi le opinioni dei cittadini che rappresentano, per esempio, le persone disabili o anziane o le persone che sono contrarie all'energia nucleare. Le ONG provano anche a garantire che i governi non violino le promesse contenute nelle costituzioni o nei trattati internazionali, per esempio, di proteggere l'ambiente, di garantire un'equa retribuzione ai lavoratori o di consentire la libertà di parola. Quando le ONG lavorano per garantire che i governi rispettino questi obblighi legali, contribuiscono a salvaguardare la democrazia e l'interesse pubblico. Questo perché il processo attraverso cui i governi stabiliscono delle regole nelle loro costituzioni o in un trattato richiede anni. I governi attuano questo processo quando riconoscono che queste regole sono molto importanti per il bene collettivo.

In terzo luogo, purtroppo, i governi violano le leggi. Quando questo accade, le ONG possono portare i governi in tribunale. In tal modo, le ONG garantiscono che i governi non abusino dei loro poteri e non violino le regole costituzionali o internazionali a cui hanno democraticamente aderito.

Come si finanziano le ONG?

Le ONG ottengono i loro finanziamenti in molti modi. Tra questi ci sono le donazioni da parte di cittadini, governi, organizzazioni internazionali e filantropi.

E' difficile per molte ONG sopravvivere soltanto con le poche donazioni dei cittadini. La maggior parte delle ONG non può investire risorse su campagne di fundraising mandando le persone per le strade, comprando spazi pubblicitari o usando call centres per raccogliere donazioni telefonicamente. Solitamente le ONG, soprattutto quelle più piccole, vogliono usare tutti i soldi che ricevono per assumere esperti che lavorino per conseguire i loro obiettivi.

Spesso le ONG ottengono soldi dal loro stesso governo. Talvolta i governi finanziano le ONG affinché forniscano un servizio, per esempio per dare consulenza legale a qualcuno che ha subito un maltrattamento da parte del proprio datore di lavoro e non può permettersi un avvocato. Talvolta i governi finanziano le ONG che rappresentano alcuni gruppi particolari, come le persone disabili, perché i politici vogliono garantire che quando approvano leggi e politiche, chiunque possa avere un'opportunità di parlare. Finanziare le ONG che rappresentano gruppi particolari può essere lo strumento più facile per i governi per raccogliere tutte le opinioni ed esperienze rilevanti. I governi hanno bisogno di questa informazione per garantire che le politiche e le leggi siano efficaci e per non sfavorire accidentalmente alcuni gruppi di persone. Talvolta i governi finanziano le ONG che monitorano su di loro per garantire che vengano rispettate le promesse contenute nelle costituzioni o nei trattati internazionali.

Anche se può sembrare che i governi agiscano contro il loro proprio interesse nel finanziare le ONG, questo non è necessariamente vero. Si suppone che i governi agiscano negli interessi del pubblico generale e siano sempre tentati di abusare dei loro poteri. Supportando le ONG, possono aiutare a garantire che ci sia qualcuno che ricorda loro gli obblighi che hanno di aiutare a far sì che le leggi e le politiche tutelino tutti. Democrazia significa governo delle persone, non soltanto governo della maggioranza o del principale gruppo parlamentare. Questo significa che anche se i governi dovrebbero provare a mantenere le promesse che hanno fatto agli elettori, devono anche tener conto degli interessi dell'opinione pubblica nel suo insieme, compresi i voti contrari.

I finanziamenti governativi possono diventare un problema se i politici hanno un controllo diretto su come le ONG possono ottenere donazioni. Per questo motivo è importante che i finanziamenti del governo alle ONG vengano dati da un organismo indipendente che fondi le sue decisioni su criteri imparziali. Purtroppo, in alcuni paesi, i politici hanno assunto il controllo diretto su chi dà i soldi. Questo è pericoloso perché può significare che le ONG non si sentano più libere di esprimersi apertamente e di criticare il governo quando dovrebbero farlo.

Non è inusuale, come accade in alcuni paesi UE, che le ONG ricevano risorse da altri governi. Per esempio, da molti anni la Norvegia, l'Islanda e il Liechtenstein contribuiscono a finanziare le ONG dei paesi ex-comunisti per promuovere la democrazia, l'uguaglianza, le libertà civili e la lotta alla corruzione. Tutti i governi UE finanziano le ONG nei paesi fuori dall'Europa per svolgere un lavoro del genere. In maniera analoga, molte aziende, celebrità e imprenditori hanno deciso di usare parte dei loro patrimoni per aiutare l'attività delle ONG impegnate in una molteplicità di cause, come la salute pubblica, l'ambiente e i diritti umani. Alcuni esempi di questi ultimi includono Bill Gates, Bosch, Ford, Leonardo DiCaprio e Google.

Chi rappresentano le ONG?

Alcune ONG rappresentano gruppi particolari. Per esempio, in molti paesi ci sono ONG che rappresentano bambini, genitori, donne o anziani. Alcune ONG rappresentano interessi pubblici più generali che il governo ha deciso essere degni di protezione. Questi interessi pubblici spesso sono protetti dalle costituzioni nazionali o da trattati internazionali. Per esempio, la Convenzione Europea sui Diritti Umani elenca diritti come quello di voto e di libertà di parola e tutti i governi in Europa hanno firmato un impegno vincolante a proteggere questi diritti. In maniera analoga, le ONG che lavorano sull'ambiente o contro la corruzione generalmente provano a garantire che i governi mantengano gli impegni presi di usare i loro poteri per il bene di tutta la società. In tal modo, le ONG rappresentano l'intera società perché provano a garantire che i governi usino i loro poteri entro i confini della democrazia.

Unisciti alla nostra campagna ed esprimi il tuo sostegno per l'indipendenza delle ONG!