Democrazia e Giustizia

Cos'è il giornalismo watchdog: definizione, esempi, impatto sulla democrazia?

Cos'è il giornalismo watchdog e perché è così importante in una democrazia? In questo articolo diamo uno sguardo ai giornalisti che si assicurano che i nostri politici rispettino le regole.

di LibertiesEU
Watchdog journalism bertie

Forse hai già sentito il termine watchdog che fa pensare direttamente a un cane da guardia che vigila su di te e sulla tua proprietà, tenendoti al sicuro. E questa è l’idea alla base del termine quando viene usato per riferirsi a persone o istituzioni. Questo è particolarmente vero per il “watchdog journalism” (tradotto alla lettera dall’inglese come “giornalismo cane da guardia”), una forma di giornalismo investigativo che non solo porta all'attenzione del pubblico informazioni interessanti e importanti, ma serve anche a proteggere la democrazia su cui vigila.

Cos'è il giornalismo watchdog: definizione

Il giornalismo watchdog è il giornalismo che mira ad aumentare la trasparenza e la responsabilità dei politici e di altre figure e istituzioni pubbliche. È una forma di giornalismo investigativo che spesso si basa su fact-checking, interviste e ricerche per portare maggiore trasparenza su un problema o un evento.

Il termine “watchdog” (cane da guardia) è spesso associato ad agenzie, organizzazioni o individui che svolgono un ruolo di supervisione, assicurandosi che tutti rispettino le regole. Per esempio, Liberties è chiamata “organizzazione watchdog” perché monitora e rende pubblico il comportamento di governi e aziende per assicurare che rispettino i diritti umani.

Qual è lo scopo del giornalismo watchdog?

Il giornalismo watchdog ha un ruolo cruciale nella democrazia. Affinché i cittadini possano fare scelte informate nelle elezioni, devono sapere esattamente cosa sta succedendo nel loro paese. I politici rispettano le regole? I fondi pubblici sono utilizzati male? Gli interessi delle lobby eserciatano un'influenza sleale sul processo legislativo? Queste sono tutte domande a cui i giornalisti watchdog cercano di rispondere.

Contiamo sul tuo sostegno per contrastare la cattiva condotta dei politici Fai una donazione

Questo è il modo in cui il giornalismo watchdog protegge continuamente la democrazia, denunciando gli errori quando accadono. E informando i cittadini, aiuta anche a proteggere l'integrità delle elezioni e la salute della democrazia a lungo termine. La presenza stessa del giornalismo watchdog è un segno di una democrazia sana. Quando i giornalisti hanno la libertà di scrutare i politici e le aziende e di pubblicare le loro scoperte senza interferenze o paura di rappresaglie, significa che il loro paese ha dei media forti e indipendenti. E non è una coincidenza che i politici dalla mentalità autoritaria facciano della lotta contro il giornalismo investigativo un obiettivo principale una volta al potere.

Il giornalismo watchdog: esempi

Ci sono molti esempi ben noti di giornalismo watchdog che hanno portato alla luce storie che hanno fatto cadere politici e aziende e hanno portato a profondi cambiamenti. Ognuno di questi esempi, oltre ad evidenziare l'importanza del giornalismo watchdog, sottolinea anche quanto siano importanti i media liberi e indipendenti in generale.

Uno degli esempi più famosi di giornalismo watchdog fu lo scandalo Watergate che fece cadere il presidente americano Richard Nixon nel 1974. I giornalisti Bob Woodward e Carl Bernstein, scrivendo per il Washington Post, usarono interviste e ricerche investigative per provare i legami tra l'amministrazione Nixon e i ladri che irruppero nella sede del partito democratico rivale a Washington, D.C. Nixon si dimise, e il caso dimostrò l'importanza e il ruolo dei media nell’esporre gli scandali di corruzione e altri crimini.

Nel 2009, i giornalisti investigativi del quotidiano The Telegraph hanno pubblicato rapporti sull’abuso diffuso delle spese da parte dei membri del parlamento. I giornalisti hanno esaminato circa un milione di pagine di informazioni e hanno scoperto un massiccio abuso di fondi pubblici. L'indagine ha dimostrato la portata di questo abuso d'ufficio e ha causato le dimissioni di più di 20 deputati.


Nel 2020, il giornalista zimbabwese Hopewell Chin'ono ha denunciato una presunta frode all'interno del Ministero della Salute riguardo all'acquisto di forniture mediche per combattere il COVID-19. Il suo lavoro ha portato al licenziamento e all'arresto dell’allora ministro della Salute Obadiah Moyo. Secondo quanto riferito, più di 60 milioni di dollari sono stati usati impropriamente.

Il lavoro della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia ha avuto un ruolo da watchdog importante nel suo paese. Ha denunciato la corruzione, l'appropriazione indebita dei fondi e l'abuso di potere da parte dei politici maltesi e delle loro losche relazioni. Per il suo lavoro, è stata molestata, denunciata, perseguitata costantemente e infine, nel 2017 persino assassinata.

Cosa pensa la gente del giornalismo watchdog?

Nei paesi con democrazie forti e un mercato dei media sano e indipendente, il pubblico è generalmente favorevole al giornalismo watchdog. La gente crede che i giornalisti investigativi dovrebbero essere liberi di fare il loro lavoro e pubblicare i fatti che scoprono senza paura o interferenze.

I sondaggi d’opinione nel Regno Unito nel 2013 mostrano che la gente crede che i giornalisti investigativi abbiano un buon e importante - anche se non sempre forte - impatto sulla loro democrazia.

Fonte: https://yougov.co.uk/topics/consumer/articles-reports/2013/10/31/impact-investigative-journalism

Negli Stati Uniti nel 2020, Pew Research ha scoperto che quasi tre adulti americani su quattro (73%) pensano che sia importante per i giornalisti agire come cani da guardia per controllare i loro rappresentanti eletti.


Fonte: https://www.pewresearch.org/journalism/2020/02/26/most-say-journalists-should-be-watchdogs-but-views-of-how-well-they-fill-this-role-vary-by-party-media-diet/

Anche nei paesi in cui le democrazie non sono considerate particolarmente forti o consolidate, il sostegno pubblico per i giornalisti watchdog è forte. Afro-Barometer mostra che la maggioranza della popolazione sostiene il lavoro dei giornalisti watchdog.


Fonte: https://afrobarometer.org/publications/ad85-media_in_africa_world_press_freedom_day_2016

Che impatto ha il giornalismo watchdog sulla democrazia?

Il sostegno al giornalismo watchdog non dovrebbe essere una sorpresa. I giornalisti investigativi portano alla luce informazioni nuove, rilevanti e spesso interessanti. Questo permette alle persone di essere meglio informate su come il loro governo si comporta, se c'è corruzione o violazione delle regole, e come questo influisce sulla società. Questo è anche il motivo per cui i regimi autoritari danno tanta importanza a mettere a tacere i giornalisti watchdog e a portare i media sotto il loro controllo.

I giornalisti watchdog non promuovono la democrazia semplicemente portando all'attenzione pubblica informazioni importanti. La presenza stessa di giornalisti investigativi aiuta a tenere sotto controllo i politici e i leader economici. Se sanno che potrebbero essere sorpresi a infrangere le regole ed esposti, è meno probabile che lo facciano.

Quali sono le possibilità future per il giornalismo watchdog?

Il giornalismo watchdog è sempre più minacciato, specialmente da governi autoritari in paesi come la Polonia e l'Ungheria che cercano di mettere a tacere o catturare i media, ma anche da strumenti relativamente nuovi come le cause legali abusive, note come SLAPP, che cercano di mettere a tacere i giornalisti watchdog con la minaccia della rovina finanziaria.

Tuttavia, per certi versi il giornalismo watchdog è più forte che mai. Internet e i social media rendono molto più facile far arrivare le informazioni al pubblico e danno a più persone una piattaforma più grande che mai. Naturalmente, questo ha i suoi lati negativi - c'è anche un sacco di sciocchezze, spesso mascherate da giornalismo investigativo, da setacciare. Ma tutto sommato, è più facile per i giornalisti watchdog far arrivare le informazioni a più persone, e più difficile per i loro avversari metterli a tacere. E questa è una buona cosa.

Il futuro del giornalismo watchdog dipenderà anche da quanto bene i giornalisti investigativi saranno protetti. Come l'UE ha visto, i giornalisti watchdog sono stati minacciati, costretti alla disoccupazione, denunciati e persino uccisi per il loro lavoro. I giornalisti watchdog hanno bisogno di una forte protezione legale che esista e sia applicata a livello nazionale. Questo dovrebbe includere leggi che garantiscano un ambiente mediatico libero e pluralistico, che permettano ai giornalisti di accedere ai funzionari pubblicamente eletti e che li proteggano anche da cause legali abusive e costose.