Qualcuno dovrà rispondere del naufragio di massa al largo di Lampedusa del 2013

L'11 ottobre 2013, in un tragico naufragio al largo delle coste di Lampedusa, annegarono 268 persone, di cui 60 bambini. Una nave della Marina Italiana si trovava in zona, ma, nonostante le numerose chiamate di aiuto arrivate, non è intervenuta. La tragedia gettò luce sul dramma delle morti in mare agli occhi dell'opinione pubblica. E' in corso un'indagine per omissione di soccorso e omicidio nei confronti di sette ufficiali della Marina e della Guardia Costiera e una petizione per fermare le indagini è stata di recente respinta, perché qualcuno deve rispondere delle morti di queste persone.