Presidenza estone all'UE chiede maggiori filtri su internet

L'Estonia, presidente di turno dell'UE, sta spingendo i 28 stati membri a rafforzare la sorveglianza di massa su internet - è quanto si legge in un documento del Consiglio dell'Unione Europea trapelato e diffuso da Statewatch. Il documento dimostra che l'Estonia considera necessario filtrare ciò che viene caricato e questo comporterebbe ancora più danni alla nuova direttiva UE sul copyright di quanto non facesse la precedente. Il testo del documento trapelato suggerisce due opzioni entrambe controverse: la cosiddetta "tassa sui link" o il copyright supplementare e il filtro caricamento.