Governo rumeno de-penalizza in fretta e furia la corruzione

Decine di migliaia di rumeni sono scesi in strada ieri sera a Bucarest e in altre città, per protestare contro un decreto d'urgenza che modifica il Codice Penale riducendo le pene per alcuni reati e de-penalizzando la corruzione. Tali modifiche favoriscono vari politici condannati o indagati per corruzione. L'ordinanza è stata approvata nella tarda serata e subito pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Il Consiglio Superiore della Magistratura ha presentato un ricorso alla Corte Costituzionale contro la legge e il ministro dell'economia si è dimesso giovedì.