Rom e musulmani, i principali bersagli dell'odio in Repubblica Ceca

L'organizzazione Iustitia, che aiuta le vittime di odio violento, ha registrato 86 casi in Repubblica Ceca nel 2014. Gli incidenti sono avvenuti soprattutto per via della nazionalità, etnia o religione. Ci sono crescenti aggressioni da parte di "persone ordinarie" che non fanno parte di gruppi estremisti. La crescita dell'islamofobia è il trend più significativo. "I più vulnerabili - in termini di incidenti registrati - sono le persone di etnia rom e di fede musulmana," si legge nel report. Le aggressioni verbali sono le più comuni, ma quelle fisiche riguardano circa un terzo dei casi.