Olanda: 4 candidati transessuali vincono elezioni comunali

Il 21 marzo quattro cittadini transessuali dichiarati hanno vinto le elezioni comunali in Olanda.

I quattro candidati vincenti sono Michelle van Doorn (Partito per gli Animali) a Nijmegen, Lilian Haak (VVD, liberali conservatori) ad Apeldoorne, Corine van Dun (D66, liberal-socialisti) e Sophie Schers (GroenLinks, verdi) a Utrecht.

E' la prima volta che così tante persone transessuali vengono elette nei consigli comunali.

Fino a poco tempo fa, i politici transessuali erano ancora un'eccezione in Olanda. Dal 21 marzo, la situazione sembra essere cambiata. Mai prima d'ora si erano candidate così tante persone transessuali dichiarate. I quattro hanno ottenuto un seggio nel consiglio comunale nelle rispettive città di residenza.

"Sono molto contenta del fatto che così tante persone transessuali siano rappresentate nei consigli comunali. La presenza di persone transessuali nei ruoli politici contribuisce alla nostra battaglia per l'emancipazione”, ha dichiarato la presidente di Transgender Network Netherlands (TNN), Brand Berghouwer. TNN augura ai neo-eletti consiglieri comunali buona fortuna per le loro nuove attività.

Utrecht

"Era ora che persone transessuali dichiarate venissero elette”, ha dichiarato Corine van Dun a TransVote nel rispondere sul perché ha deciso di candidarsi per i D66. E' attiva in questo gruppo da anni e ha lavorato instancabilmente per l'emancipazione delle transessuali presso TNN. Lo scorso autunno ha lasciato la presidenza di TNN per le elezioni politiche di Utrecht.

Sophie Schers, responsabile delle politiche della TNN, è riuscita a conquistare un seggio al consiglio di Utrecht per GroenLinks. È stata eletta al consiglio con i voti di preferenza. A TransVote, Schers ha spiegato che vuole promuovere, tra le altre cose, un luogo di incontro sicuro per i giovani LGBTI, in particolare per le giovani trans bi-culturali di Utrecht.

Apeldoorn

Lilian Haak, specialista della sicurezza informatica della polizia e madre single, è felice di poter essere un modello di ruolo come membro del consiglio VVD ad Apeldoorn, ha dichiarato a TransVote. "Dal mio punto di vista professionale, quello delle forze dell'ordine e della sicurezza, posso avere un effetto concreto: posso fare qualcosa nel campo dei servizi digitali e mostrare che le persone transessuali non diventano famose solo come fonte di intrattenimento o come vittime"

Nijmegen

A Nijmegen, Michelle van Doorn è stata eletta al consiglio comunale come leader del Partito degli Animali. Anche se non è nota per essere transessuale, è molto aperta sul tema. Con il suo seggio nel consiglio comunale di Nijmegen, si impegnerà in primo luogo sui temi centrali della sostenibilità e del benessere degli animali, ma certamente anche migliorare la situazione delle minoranze.

Fonte: COC Nederlan