Minaccia alla società civile per la prima volta nell'agenda dell'UE

Dalle campagne diffamatorie ai limiti ai finanziamenti, i governi di tutta l'UE provano a far tacere i difensori dei diritti umani. Il Parlamento Europeo si prepara a discuterne, Liberties propone le sue raccomandazioni su come migliorare la situazione.

Il 18 gennaio 2018, il governo ungherese ha lanciato "Stop Soros", un pacchetto di leggi indirizzate alle organizzazioni della società civile. Se approvate, in Ungheria le organizzazioni per i diritti fondamentali sarebbero quasi completamente messe a tacere.

In Ungheria, il pacchetto "Stop Soros" è solo l'ultimo di una serie di proposte di legge volte a mettere a tacere i difensori dei diritti umani. Sebbene la situazione in Ungheria sia particolarmente grave, non è l'unico paese dell'UE in cui le associazioni della società civile incontrano enormi difficoltà nell'esercizio delle loro attività. Anche in Polonia, Romania, Irlanda e Italia la situazione è estremamente grave. Quasi ovunque in tutta l'UE i gruppi della società civile stanno affrontando minacce e restrizioni crescenti. Si tratta di campagne diffamatorie, tagli ai finanziamenti, strangolamento da parte della burocrazia e disimpegno da parte di enti pubblici che finora hanno offerto consulenza e cooperazione.

Per la prima volta un dibattito di questo tipo

Mercoledì 7 febbraio 2018, il Parlamento Europeo discuterà in plenaria, per la prima volta nella sua storia, la questione del "restringimento dello spazio per la società civile" (qui il programma). “Restringimento dello spazio” è un termine semplice che descrive le numerose minacce che la società civile sta attualmente affrontando in tutta l'UE. Nonostante queste minacce, la società civile continua a svolgere un ruolo essenziale nell'informare l’opinione pubblica e nel mettere i governi di fronte alla responsabilità delle proprie azioni.

In vista della sessione plenaria, Liberties ha scritto ai membri del Parlamento Europeo per informarli sul rischio che corre la società civile in tutta l'UE. Il pacchetto contiene anche le raccomandazioni di Liberties per migliorare la situazione. Inoltre Liberties chiede la creazione di un nuovo strumento finanziario per sostenere le organizzazioni della società civile che promuovono e tutelano i valori europei all'interno dell'UE.

Ti invitiamo a consultare i materiali che abbiamo preparato in vista del dibattito, disponibili qui di seguito. Ti aiuteranno ad essere pienamente informato nel momento in cui volessi collegarti con la diretta del dibattito del Parlamento il 7 febbraio.

Se il materiale ti sembra utile e credi nel lavoro che stiamo facendo, ti preghiamo di prendere in considerazione la possibilità di fare una donazione per sostenere Liberties e la società civile nell'UE. Il lavoro di Liberties e dei suoi membri è essenziale per mantenere in vita i nostri diritti, ma non possiamo farlo da soli - unisciti a noi nel difendere le nostre libertà prima che sia troppo tardi!

Materiali di Liberties sul “restringimento dello spazio”