Documento programmatico: Un manifesto digitale per l'Europa centrato sull'uomo

Ecco come l'Unione europea potrebbe diventare il leader mondiale nella trasformazione digitale centrata sull'uomo.

L'Open Society European Policy Institute (OSEPI) e l'Organizzazione europea dei consumatori (BEUC), insieme ad un gruppo eterogeneo di esperti, attivisti e organizzazioni della società civile, tra cui Liberties, hanno pubblicato un rapporto focalizzato sulle prospettive di una trasformazione digitale centrata sull'uomo.

"Lo scompiglio delle nuove tecnologie ha innescato sfide completamente nuove per le istituzioni e le autorità di regolamentazione, che sono sempre più chiamate ad affrontare l'impatto della rivoluzione digitale sulla società, a proteggere i diritti degli utenti e delle agenzie, e a creare le condizioni per un mercato digitale aperto ed equo per prosperare e stimolare l'innovazione a vantaggio della società. In quest'epoca di rapida trasformazione e di crescente perdita di fiducia, l'Unione Europea ha un'opportunità unica per dare forma alla trasformazione digitale e collocarsi come leader globale, fissando le norme ambiziose che rimettono le persone e l'interesse pubblico al centro della rivoluzione del XXI secolo", scrivono gli autori Ursula Pachl (BEUC) e Pamela Valenti (OSEPI).

Sostengono che la prossima Commissione europea dovrebbe andare oltre l'attuale concentrazione sul mercato unico digitale e sulla privacy individuale per esaminare l'impatto sociale più ampio delle tecnologie digitali.

Un forte impegno a favore delle politiche e della regolamentazione basate sui diritti e sui principi di dignità umana, libertà, democrazia, uguaglianza, Stato di diritto, diritti umani, solidarietà, giustizia, inclusione e non discriminazione che sono alla base della Carta dei diritti fondamentali dell'UE sarà essenziale per garantire la protezione online degli esistenti diritti offline.

Come risultato della collaborazione su larga scala, il documento individua otto aree prioritarie:

  1. Democrazia, diritti fondamentali e tutela dei consumatori
  2. Un'economia dei dati equa e competitiva
  3. Servizi pubblici e finanziamenti pubblici nella ricerca e nelle tecnologie digitali
  4. Politica della concorrenza
  5. Intelligenza Artificiale e processo decisionale algoritmico (ADM)
  6. Lavoro, occupazione e futuro del lavoro
  7. I diritti digitali negli accordi commerciali dell'UE
  8. Tecnologia centrata sull'uomo per il bene sociale

Per leggere il rapporto completo (gratis) clicca qui.