L'HFHR pubblica un rapporto sul modo in cui i tribunali polacchi gestiscono i casi della libertà di riunione

Il rapporto della HFHR è intitolata "Freedom of Assembly in the Practice of Polish Courts", e presenta un'analisi del monitoraggio dei procedimenti giudiziari, avviati contro i cittadini che partecipano alle assemblee pubbliche.

Il rapporto della Fondazione Helsinki per i diritti umani (HFHR) riguarda i risultati di 250 sessioni di monitoraggio tenutesi in 142 casi. Il monitoraggio è stato effettuato in 16 tribunali ordinari in tutto il paese tra marzo 2018 e giugno 2019.

I procedimenti osservati dalla Fondazione hanno riguardato casi che si sono svolti durante gli eventi come "Smolensk monthlies", marce per l'indipendenza, assemblee organizzate dal movimento di estrema destra ONR, manifestazioni organizzate nei pressi dell'edificio del Parlamento, proteste nella foresta di Białowieża, marce commemorative per i “soldati maledetti” e manifestazioni antigovernative.

L'analisi ha rilevato che i procedimenti giudiziari erano generalmente equi e professionali

Nel corso delle sessioni di monitoraggio, i rappresentanti dell'HFHR hanno esaminato i dettagli delle udienze e il comportamento di giudici, pubblici ministeri, testimoni e del pubblico presente in tribunale.

"Un esame dei commenti degli osservatori dell'HFHR mostra che nella maggior parte dei casi i giudici, i pubblici ministeri e gli avvocati hanno trattato le parti con rispetto e i procedimenti sono stati condotti in modo equo e professionale", afferma Justyna Jezierska, avvocato dell'HFHR e autore della pubblicazione.

Il rapporto mostra che la grande maggioranza dei casi monitorati dall'HFHR si è conclusa con l'assoluzione o la sospensione. Per giustificare tali sentenze, i tribunali hanno spesso invocato le garanzie derivanti dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo e dalla giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo.

"I tribunali hanno ricordato che il diritto alla libertà di riunione pacifica è una pietra miliare della società democratica, le cui funzioni fondamentali includono quella di fornire un forum per il dibattito pubblico. Le assemblee pacifiche hanno lo scopo di proteggere gli interessi comuni del popolo e di esprimere le convinzioni personali dei cittadini", aggiunge Jezierska.

Gli autori del rapporto sottolineano che la Fondazione di Helsinki per i diritti umani intende continuare a monitorare i procedimenti giudiziari che coinvolgono i partecipanti alle assemblee pubbliche in Polonia.