Vera Jourova, la commisaria UE, dovrà affrontare la valutazione su Babis Links

Il vicepresidente ceco scelto della Commissione europea, Vera Jourova, dovrà rispondere alle domande sul primo ministro Andrej Babis, durante la sua valutazione di fronte al Parlamento europeo.

Jourova dovrà affrontare le domande sulla situazione dello stato di diritto

Da novembre, Jourova sarà responsabile dei Valori europei e della Trasparenza nella nuova Commissione europea. Il suo nuovo capo, Ursula von der Leyen, ha inserito lo Stato di diritto e l'indipendenza dei media nell'agenda della Commissione. Alcuni eurodeputati hanno già espresso preoccupazione per l'affiliazione di Jourova al movimento politico ANU del primo ministro ceco e hanno ricordato il possibile conflitto di interessi basato sui rapporti della CE con Babis.

"Deve essere chiaro che (Jourova) non ignorerà alcuna critica sullo stato di diritto nella Repubblica Ceca", ha detto l'eurodeputato tedesco Damian Boeselager della commissione per gli affari costituzionali (AFCO). I suoi membri, insieme ai membri della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (LIBE), porranno a Jourova domande relative al suo portfolio durante un'audizione di tre ore.

Non eviterà le domande sui suoi legami con Babis

Secondo Boeselager, Jourova, a differenza di molti deputati cechi, "non si è mai opposta apertamente a Babis e quindi è riuscita a mantenere la sua posizione di Commissario Europeo". Tuttavia, alla fine del periodo di cinque anni, il commissario ceco ha confermato che poteva essere indipendente dal governo ceco. Un membro del gruppo parlamentare dei Verdi ha aggiunto che ora deve convincere il Parlamento europeo che questa tendenza continuerà.

Alcuni altri membri considerano il lavoro di Jourova nel ruolo di Commissario per la giustizia, la tutela dei consumatori e l'uguaglianza di genere come una garanzia che dimostra che Jourova può occuparsi anche della trasparenza e dei valori democratici.

"Questa è, in linea di principio, una buona preparazione per la posizione di Vicepresidente alla Trasparenza e ai valori democratici", ha dichiarato Karoline Edtstadler, membro austriaco della Commissione LIBE, che ha osservato il lavoro di Jourova in modo molto dettagliato senza avere obiezioni di fondo. La commissaria ceca, tuttavia, come tutti gli altri candidati, indipendentemente dal suo precedente lavoro, sarà sottoposta a un colloquio dettagliato e il suo successo non può essere garantito prima dell'audizione, hanno dichiarato i deputati al Parlamento europeo.

Se viene approvata, Jourova deve fare di più

Secondo Boeselager, Jourova aveva riserve in alcuni settori del suo portfolio e non è riuscita, ad esempio, a convincere gli Stati membri ad adottare un principio che garantisca una maggiore rappresentanza delle donne nella gestione. "Ecco perché voglio che nei prossimi cinque anni lei sia più forte nelle sue ambizioni in ciascuno dei suoi settori, valori europei, trasparenza, Stato di diritto o questioni costituzionali", ha detto il politico tedesco.

L'audizione di Jourova si svolgerà il 7 ottobre/ Come tutti gli altri candidati, anche lei dovrà rispondere a 25 domande dei deputati.