Germania: una legge obsoleta minaccia l’attivismo civico

L'ufficio delle imposte di Berlino revoca lo status di ente di beneficenza ad un'organizzazione tedesca di campagna elettorale, rendendo più difficile per i cittadini comunicare le loro opinioni ai politici.

Tutti vogliamo che i nostri leader utilizzino il potere che gli abbiamo affidato per il bene della società. I cittadini impegnati si riuniscono per far sì che ciò avvenga creando gruppi per i diritti e la democrazia.

In Germania, le organizzazioni che si occupano di questioni di interesse pubblico hanno diritto allo status di beneficenza il quale consente la deducibilità fiscale delle donazioni.

Per ottenere tale status, un'organizzazione deve essere impegnata in attività specifiche. Ci sono 25 attività di questo tipo elencate nella legislazione tedesca (versione inglese).

L'elenco delle attività comprende la promozione della parità di diritti di donne e uomini, di religione e di salvataggio delle vite. Comprende anche varie cause, come lo sviluppo della coltivazione di piante, l'aeromodellismo e gli sport cinofili.

Ma l'elenco non comprende attività legate alla promozione dei diritti umani e della giustizia sociale. Neanche la protezione del clima è considerata un’attività di interesse pubblico.

La Campact, organizzazione di campagna elettorale, ottiene la revoca dello status

L'organizzazione tedesca Campact promuove campagne per la protezione del clima e dei diritti fondamentali.

Lunedì scorso, l'ufficio delle imposte di Berlino ha revocato il suo status di ente di beneficenza, sostenendo che alcune delle attività dell'organizzazione non hanno uno scopo di beneficenza e sono "troppo politiche".

Per un'organizzazione che cerca di servire il bene pubblico questo è frustrante. Frustrante anche per i bambini delle scuole che ogni venerdì marciano per le strade insieme a Campact lottando per un futuro migliore.

Campact non è un caso isolato. All'inizio di quest'anno, anche l'organizzazione francese Attac è stata revocata.

I diritti umani e la tutela dell'ambiente trascendono le controversie tra le parti

Organizzazioni come Campact e Attac si impegnano a garantire che tutti noi possiamo vivere dignitosamente e che non distruggiamo il nostro habitat. Si tratta di un interesse generale che va oltre la politica.

I governi europei si sono impegnati a proteggere i diritti umani e l'ambiente attraverso la Convenzione europea dei diritti dell'uomo e la Carta dei diritti fondamentali dell'UE.

La tutela dell'ambiente e il rispetto dei diritti fondamentali fanno parte anche della Costituzione tedesca. I diversi partiti possono interpretarle in modo diverso, ma come obiettivi trascendono le controversie tre le parti.

Le organizzazioni della società civile ci proteggono

In un periodo storico segnato da uno restringimento dello spazio per le organizzazioni della società civile, questi casi devono essere presi sul serio. La perdita dello status di ente di beneficenza mette in pericolo le risorse di Campact e la sua esistenza. Il governo deve ripristinare il suo status e riformare la propria legge obsoleta.

Le organizzazioni della società civile ci proteggono. Esse sostengono lo stato di diritto ritenendo i governi responsabili di fronte alla legge. Ci informano sui dibattiti politici che possono influenzare i nostri diritti e la qualità della vita. I tentativi di ridurre le loro risorse sono attacchi alla nostra democrazia.