La Germania inasprisce le leggi sull'asilo – Parte I

Alla fine di ottobre in Germania sono entrate in vigore nuove leggi sull'asilo. Questo è il primo di una serie di tre articoli dedicati a tali modifiche e alle domande da esse sollevate in una prospettiva attenta ai diritti umani.
La prima parte di questa serie si focalizza sul modo in cui i richiedenti asilo appena arrivati in Germania vengono sistemati. In base alla nuova legge, la loro permanenza nei centri di prima accoglienza sarà prolungata. Questa decisione è stata oggetto di dure critiche da parte delle organizzazioni della società civile.

La nuova cornice legale

Nelle prime fasi della procedura di richiesta di asilo, ai richiedenti è chiesto di restare nei cosiddetti centri di prima accoglienza. Spesso si tratta di aree recintate che vedono la presenza di polizia, medici, una mensa e dormitori che ospitano molte persone. In base alla nuova legge, il periodo che i richiedenti asilo devono trascorrere in queste sistemazioni sarà prolungato da tre a sei mesi.

Solo dopo questo periodo saranno ricollocati tra le comunità del paese. Di fatto, questo prolungamento cancella l'allentamento delle regole sul divieto di lavoro introdotto la scorsa estate. Per tutto il periodo in cui i richiedenti asilo permangono nei centri di accoglienza, non sono autorizzati a lavorare.

Come stabilito dal governo federale, l'obiettivo è velocizzare le procedure. Questo è reso possibile dalla nuova legge poiché sarà più facile per le autorità contattare i richiedenti asilo in queste strutture.

Da una prospettiva dei diritti umani

Se è importante velocizzare le procedure, questo è difficilmente ottenibile attraverso le misure proposte dalla nuova legge, è quanto affermato da un gruppo di esperti. Inoltre, le nuove norme comportano problemi in termini di diritti fondamentali e umani.

Il problema più urgente è indubbiamente la carenza generalizzata di posti. Questo determina sistemazioni sovraffollate e improvvisate che non rispettano gli standard fondamentali in tema di diritti umani. Ora la permanenza prolungata non potrà che esporre i richiedenti asilo a queste condizioni per un periodo più lungo.

Il Commissario per i Diritti Umani del Consiglio d'Europa Nils Muižnieks ha raccomandato alla Germania di introdurre standard minimi in tutto il paese su come i centri di accoglienza debbano essere gestiti. Secondo lui, questo sarebbe l'unico modo per garantire che le condizioni siano conformi agli standard sui diritti umani in tutto il paese. Due esempi del perché questo è così importante:

  • I bambini hanno diritto all'istruzione: questo è previsto dall'Articolo 13 del Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali (ICESCR). Per quanto riguarda i centri di accoglienza, questo significa che le attività educative devono essere accessibili da parte dei bambini, per esempio le scuole devono essere raggiungibili in un tempo ragionevole altrimenti occorre creare nuove strutture nelle vicinanze dei centri.
  • Le donne hanno diritto alla protezione dalla violenza di genere: per l'accoglienza questo significa per esempio che devono essere predisposte delle misure per tutelare le donne da aggressioni o da violenze sessuali.

I diritti umani sono diritti

La Germania è tenuta a rispettare e proteggere i diritti fondamentali e umani. Se questi diritti vengono violati, le persone colpite hanno diritti di fare ricorso. Naturalmente, in Germania la Costituzione e i Diritti Fondamentali sono molto rilevanti a questo proposito.

Al di là del livello summenzionato, ci sono altri obblighi in tema di diritti umani di cui occorre tener conto nell'interpretazione delle leggi e della Costituzione tedesche. Si tratta, per esempio, della Convenzione Europea sui Diritti Umani e di altre convenzioni a livello di Nazioni Unite (la Convenzione ONU sui diritti del Bambino, ICESCR e così via).

Questo è rilevante per tutti gli aspetti della legge sull'asilo. Secondo recenti rapporti, il Ministro dell'Interno tedesco sta già pianificando un emendamento della legge per indebolire ancora di più il diritto di asilo. La questione più importante è se e come la Germania si impegnerà nei suoi obblighi in tema di diritti umani e fondamentali.