Diritti umani: strumenti per superare la pandemia del coronavirus

I media gratuiti, il lavoro delle associazioni, l'assistenza sanitaria e la sicurezza sociale sono solo quattro degli strumenti dei diritti umani che possono aiutarci a superare la pandemia del coronavirus.

Ci aspettiamo che i nostri leader facciano del loro meglio per proteggerci da questa pandemia, ma come possiamo accertarci che prendano le giuste decisioni su cosa fare e dove investire le risorse pubbliche? Di seguito quattro modi dove spieghiamo come i diritti umani ci danno gli strumenti per accertarci che i nostri governi prendano le decisioni giuste.

Media liberi e indipendenti tengono sotto controllo il governo

Tutti noi vogliamo essere sicuri che i nostri leader facciano tutto ciò che è in loro potere per proteggerci. Vogliamo che i nostri governi utilizzino correttamente le risorse pubbliche. Che si tratti di investire nei necessari dispositivi di protezione per medici e infermieri o di fornire assistenza finanziaria a persone che hanno perso il lavoro per potersi pagare la casa e comprare i rifornimenti. Non sta a noi dire quale sia la strategia migliore contro il virus. Ma siamo sicuri che i politici sono molto più propensi a fare ciò che è meglio per la società se sanno che gli elettori li stanno guardando.

Per questo esiste un diritto umano alla libertà di espressione. Questo diritto obbliga, tra l'altro, ogni paese ad avere un media libero e indipendente. Dipendiamo dai giornalisti che pongono le domande giuste, indicano dove sono stati commessi errori o riferiscono quali politiche sono state efficaci. Nei paesi in cui i media pubblici sono sotto il controllo o l'influenza del governo, o in cui le aziende mediatiche private sono di proprietà di oligarchi di potere, non ci si può fidare dei giornalisti per tenere sotto controllo il governo.

Possiamo aiutarci l'un l'altro lavorando in partnership

Tutti noi speriamo che i nostri politici ascoltino le nostre preoccupazioni, soprattutto in questo momento in cui molte persone sono preoccupate e confuse. Non basta dire ai nostri rappresentanti quello che pensiamo ogni quattro o cinque anni in un'elezione. Dobbiamo parlare con loro tra un'elezione e l'altra, mentre sono al potere e prendono decisioni.

Ma chi presta attenzione a qualche voce isolata? Per questo abbiamo il diritto di creare e lavorare attraverso le associazioni. Questo permette ai cittadini che si preoccupano di diverse questioni o che sono socialmente impegnati di lavorare insieme e di organizzarsi, in modo che la società possa unire la sua voce e farsi ascoltare. Che si tratti di associazioni di insegnanti che si occupano della loro professione e dei bambini e dell'istruzione, o di organizzazioni che si occupano di gruppi vulnerabili come gli anziani.

Le associazioni garantiscono una sana democrazia costruendo un ponte tra la società e i politici. I nostri governi hanno maggiori probabilità di risolvere i problemi che ci preoccupano, se noi cittadini riusciamo a farglielo capire. Nei paesi in cui i governi rendono difficile l'esistenza delle associazioni, la società non può fidarsi degli attivisti per trasmettere le preoccupazioni dei cittadini ai politici.

Possiamo garantire che gli operatori sanitari abbiano risorse sufficienti

Stiamo tutti meglio quando siamo in salute. Buona salute significa libertà, maggiore aspettativa di vita e un modo migliore per godersi il tempo con le nostre famiglie e condurre una vita dignitosa. Ecco perché esiste un diritto umano all'assistenza sanitaria. La legge sui diritti umani non impone ai governi quanto devono spendere per l'assistenza sanitaria, ma impone ai governi di spendere il più possibile per i loro servizi sanitari.

Il diritto all'assistenza sanitaria impone anche che i governi non possano ritirarsi. Ovvero, devono migliorare costantemente i loro sistemi sanitari e non lasciare che si deteriorino nel tempo. Ma questo è esattamente quello che è successo in alcune parti d'Europa negli ultimi anni, come il Regno Unito, la Francia e la Spagna. In questi paesi, i governi hanno tagliato i bilanci dei loro sistemi sanitari.

Una pandemia è un peso per qualsiasi sistema sanitario a causa della pressione di un gran numero di persone che si ammalano contemporaneamente. Ma se gli ospedali, e tutto il personale sanitario, sono già stati tagliati, sarà ovviamente più difficile da gestire. I governi che hanno investito adeguatamente nei loro sistemi sanitari, come richiesto dalla legge sui diritti umani, saranno meglio preparati.

Possiamo assicurarci di avere un reddito e una casa

Molte aziende licenziano i loro dipendenti o chiedono loro di prendere un congedo non retribuito, rendendo loro difficile arrivare alla fine del mese o continuare a pagare un tetto sopra la testa. Tutti noi vogliamo la garanzia che, se dovessimo attraversare un momento difficile, perché ci ammaliamo o perdiamo il lavoro, potremo avere un posto dove vivere e un tenore di vita di base. Questo è uno dei motivi per cui vengono pagate le tasse e i contributi previdenziali.

Ed è per questo che esiste un diritto umano alla sicurezza sociale. I governi hanno l'obbligo di creare sistemi di sicurezza sociale che garantiscano uno standard di vita minimo di base fino alla fine dei tempi duri. Questo include, ad esempio, l'alloggio, il cibo, l'assistenza sanitaria e altri aspetti fondamentali. Un adeguato sistema di sicurezza sociale garantirà che le persone che perdono il lavoro non debbano soffrire la fame o perdere la casa durante la pandemia.

Usando i nostri diritti, possiamo accertarci che i nostri governi facciano ciò che è meglio

Un media libero, il lavoro delle associazioni, l'assistenza sanitaria e la sicurezza sociale sono solo quattro degli strumenti dei diritti umani che possono aiutarci a superare la pandemia del coronavirus. Se questi strumenti non funzionano bene nel vostro paese, unitevi agli altri cittadini per chiedere al governo di far rispettare i vostri diritti umani.