Cosa farai per i tuoi diritti nel 2019?

Nessuno sviluppo positivo per i diritti umani può avvenire senza un tuo intervento. Quindi, nell'augurarti un buon 2019, ti chiediamo anche cosa intendi fare per sostenere i tuoi diritti.

Per vari aspetti, viviamo in tempi frustranti e tristi per i diritti umani. Al contempo, tuttavia, sono portato a pensare che Liberties continuerà ad essere un attore centrale nell’implementare i diritti umani in Europa. Ma per eseguire appieno la nostra missione, abbiamo bisogno del tuo sostegno e di quello dei tuoi amici.

Pochi giorni fa abbiamo celebrato il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Inizialmente la Dichiarazione non è stata vista come un trattato così significativo, ma ben presto è diventata una fonte essenziale per la costruzione di società più democratiche.

Oggi abbiamo di nuovo bisogno di quel tipo di ispirazione. Sembra che in Europa sempre meno persone ricordino i motivi reali per cui è stata creata l’Unione Europea (in primis la costruzione della pace e la prevenzione dei conflitti). Tendiamo a dimenticare quanto siamo fortunati qui nell’UE e sempre più persone sembrano negare che la solidarietà e la tolleranza, insieme al rispetto dei diritti umani, dovrebbero svolgere un ruolo centrale nel progetto europeo.

Quell’ispirazione non arriverà da un nuovo trattato internazionale, né attraverso uno sforzo dall’alto verso il basso. Dovrebbe – e può – venire dal basso. Da persone che riconoscono che l’odio genera solo ulteriore odio; dagli attivisti che si battono per società più giuste e aperte; e da persone che, considerate le preoccupanti derive politiche in vari paesi UE, fanno sentire la loro voce. Non importa come sostieni la lotta per i diritti umani, che si tratti di sostegno finanziario o di attività volontaria o di attivismo sui social media – tutte queste cose sono importanti. La cosa più importante, tuttavia, è riconoscere che non può avvenire nessun cambiamento positivo senza un tuo intervento. Quindi, oltre ad augurarti un buon 2019, lascia che ti chieda anche questo: cosa intendi fare per i tuoi diritti?