Impostazioni dei cookies

Scegli le tue impostazioni preferite:

Cookies di base

Usiamo i cookies per gestire le sessioni degli utenti collegati, per permetterti di restare collegato mentre navighi e per poter navigare in maniera più agevole sul sito. Usiamo i cookies che consentono al sito di memorizzare le scelte che fai, come la lingua o la regione e per migliorare le funzionalità.

Cookies di terzi

Questi cookies consentono agli strumenti social di funzionare, compresi i pulsanti di condivisione, video, test e animazioni che usiamo nei nostri articoli.

Usiamo i cookies affinché tu possa navigare nel nostro sito nel miglior modo possibile. Puoi accettare o rifiutare i cookies. Per saperne di più .

Nophoto.png?ixlib=rails 0.3

György Folk

Caporedattore

Nell'Europa di oggi la sfida non è l'accesso alle informazioni. Si tratta di trovare formati che coinvolgano con successo la mente dei cittadini e li mettano in grado di difendere i loro diritti e la democrazia contro la diffusione della disinformazione e dell'autoritarismo.

György è un giornalista con sede a Bruxelles ed esperto dell'UE nato e cresciuto in Ungheria. Ha conseguito un Master in Giornalismo europeo e ha oltre dieci anni di esperienza negli affari europei a Bruxelles. Tra le altre cose, è stato corrispondente del settimanale economico ungherese HVG ed è stato uno dei cofondatori della pubblicazione indipendente ungherese EUrologus sulle questioni europee. Si è impegnato nella sfera delle ONG fin da giovane, lavorando come redattore di un programma radiofonico bisettimanale sulla prevenzione della droga e la riduzione del danno. Ha inoltre lavorato come coordinatore dell'Iniziativa dell'Unione ungherese per le libertà civili sulla politica europea in materia di droga.

György è con Liberties fin dalla sua fondazione. Gestisce i contenuti dei siti web, le relazioni con i media dell'UE e mantiene i contatti con gli esperti, i media e i responsabili politici a Bruxelles.
Nell'Europa di oggi la sfida non è l'accesso alle informazioni. Si tratta di trovare formati che coinvolgano con successo la mente dei cittadini e li mettano in grado di difendere i loro diritti e la democrazia contro la diffusione della disinformazione e dell'autoritarismo.