Nuova petizione chiede l'identificazione della polizia in Europa

Una nuova petizione, lanciata insieme a questo video, sta raccogliendo firme tra gli stati membri e chiede ai rappresentanti UE di avviare un dibattito sulla direttiva per identificare gli agenti di polizia e scoraggiare, tra le altre cose, gli abusi.

L'associazione European Democratic Lawyers sta promuovendo una campagna europea per firmare una petizione indirizzata al Commissario Europeo, alla Commissione Europea e alla Sottocommissione per i Diritti Umani del Parlamento Europeo, chiedendo loro di intraprendere le misure necessarie per adottare una direttiva UE per l'identificazione degli agenti di polizia, sulla base di una precedente decisione del Parlamento Europeo. Questo video è stato lanciato insieme alla campagna.

La campagna cerca di raccogliere il numero più alto possibile di firme in tutti gli stati membri entro febbraio 2015, quando sarà presentata alle autorità europee. La petizione chiede ai rappresentanti UE di intraprendere i passi necessari e introdurre un dibattito per l'adozione di una direttiva o accordo quadro sul tema e dare una risposta al problema dell'identificazione degli agenti di polizia. In molti paesi membri dell'UE, etichette con i nomi o numeri identificativi non sono inserite nelle uniformi della polizia o possono essere nascoste in certe circostanze, come durante le attività di controllo dell'ordine pubblico.

L'obiettivo di questa direttiva, secondo i promotori, è scongiurare la violazione dei diritti fondamentali, garantire i diritti di difesa durante i procedimenti penali, l'indipendenza del potere giudiziario e il suo ruolo di controllo, così come bandire dalla vita di tutti i giorni l'impunità di azioni criminali dei poliziotti e dei loro superiori amministrativi e politici.

La petizione può essere firmata qui.